/ Attualità

Attualità | 23 novembre 2020, 17:43

Agricoltura, Lega "Premi assicurativi ancora fermi al palo"

Il cuneese Bergesio e altri quattro senatori del Carroccio interrogano il ministro Bellanova: "Gli aiuti vanno erogati subito perché le aziende hanno bisogno di immediata liquidità"

Agricoltura, Lega "Premi assicurativi ancora fermi al palo"

"La liquidazione dei premi assicurativi per le imprese agricole, nonostante le promesse del governo, è ancora ferma al palo". Così i senatori della Lega, Gian Marco Centinaio, già ministro dell'Agricoltura, Giorgio Maria Bergesio, capogruppo in commissione Agricoltura a Palazzo Madama, Gian Paolo Vallardi, presidente della medesima commissione, Rosellina Sbrana e William De Vecchis, che sul tema hanno presentato un'interrogazione urgente al ministro Bellanova.


"Addirittura il Mipaaf con il decreto 19 ottobre 2020, dispone che entro il 2020 venga erogato solo il 30 per cento contro l’attuale 70 per cento, del costo dell’assicurazione stipulata, a causa dell’esaurimento delle risorse finanziarie del PSRN. Si tratta di una decisione che anche a causa delle restrizioni per il Covid e la chiusura del canale della ristorazione - proseguono gli esponenti del Carroccio -, rischia di avere ricadute pesanti sulle aziende del comparto anche a fronte del calo del consumo alimentare di circa 30 mld di euro".

"Secondo Condifesa Cuneo, nel 2020 sono state 2.325 le aziende che hanno stipulato una polizza per danni da avversità atmosferiche. Con il mese di dicembre arriveranno nelle casse delle aziende cuneesi contributi per 6.491.000 euro, a fronte di un rimborso dovuto di 15.145.000 euro. Una vergogna! Gli aiuti vanno erogati subito perchè le aziende hanno bisogno di immediata liquidità per superare le criticità e per programmare in serenità gli investimenti necessari per tornare a crescere ed essere competitive sul mercato", concludono.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium