/ Attualità

Attualità | 27 novembre 2020, 14:50

Cherasco annulla il mercato dell’antiquariato 
e del collezionismo di domenica 6 dicembre

La decisione dal Comune, di concerto con Cherasco Eventi. Rese note le date degli appuntamenti mercatali del prossimo anno

Cherasco annulla il mercato dell’antiquariato 
e del collezionismo di domenica 6 dicembre

Visto il Decreto del 3 novembre e l’aggravarsi dell’emergenza sanitaria, domenica 6 dicembre il mercato dell’antiquariato e del collezionismo di Cherasco non ci sarà.

«Stiamo vivendo una triste realtà, la nostra comunità non è stata risparmiata dall’elevato numero di contagi – dice il sindaco Carlo Davico –. Pertanto, comunque sia il nuovo Dpcm di dicembre, la decisione comune con gli altri amministratori e la Cherasco Eventi, organizzatrice dei mercati, è quella di annullare il mercato. Non mi stanco di invitare tutti a rispettare le norme di sicurezza: dobbiamo evitare comportamenti e azioni non strettamente necessari per difenderci e proteggerci dal propagarsi del virus».

E se l’anno in corso si chiude con l’annullamento di tutte le manifestazioni, tra le quali il tanto atteso mercato dell’antiquariato, sono state definite le date degli appuntamenti mercatali del 2021.

Il primo sarà, come consuetudine da decenni, la domenica delle Palme e cioè il 28 marzo, seguiranno poi alla prima domenica del mese e quindi il 2 maggio e il 6 giugno. Dopo l’estate, gli appuntamenti con l’antiquariato di Cherasco sono stati programmati al 5 settembre, 3 ottobre e 5 dicembre 2021.

«A settembre e ottobre, visto il miglioramento della condizione generale, abbiamo deciso di non annullare i grandi mercati in calendario; - spiega il vicesindaco Claudio Bogetti - c'è stata una buona partecipazione e tutto è avvenuto osservando scrupolosamente le norme anti contagio. Purtroppo la situazione in questo momento è difficile e questo ci porta a cancellare l'edizione di dicembre. Siamo dispiaciuti perché quella prenatalizia è sempre un'edizione particolare del mercato, si respira un'aria di festa. Quest'anno non sarà così. Speriamo che la situazione volga al meglio e di riprendere al più presto, in assoluta sicurezza, sia i grandi mercati che tutte le altre manifestazioni culturali che caratterizzano la nostra città. In questo momento siamo consapevoli che la tutela della salute debba essere al primo posto e  diamo appuntamento al 2021, sperando sia un anno migliore di quello che stiamo per concludere».

C. S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium