/ Attualità

Attualità | 28 novembre 2020, 10:48

"A Verduno nessuna emergenza": partita la querela contro l’autore del post negazionista

La denuncia formalizzata ieri dall’azienda sanitaria, che ringrazia tutto il personale per l’impegno profuso in questi mesi di emergenza

"A Verduno nessuna emergenza": partita la querela contro l’autore del post negazionista

Da alcuni giorni in mano ai legali dell’azienda sanitaria, su segnalazione della direzione generale, è stata infine formalizzata nella giornata di ieri, venerdì 27 novembre, la denuncia nei confronti dell’utente Facebook che nella scorsa settimana aveva pubblicato un post con tanto di foto e video dal Pronto soccorso dell’ospedale di Verduno, affermando con argomenti di tenore negazionista come nel nosocomio di Alba e Bra – dove negli stessi minuti ci si prodigava per prestare le cure necessarie alla madre dell’uomo – non si ravvisasse quella situazione di emergenza che invece ormai da settimane caratterizza il lavoro all’interno dei reparti.

Un intervento che l’azienda sanitaria aveva già severamente stigmatizzato. Ora la comunicazione dell’avvenuta denuncia penale, giunta pochi minuti fa dalla stessa Asl, che rinnova il proprio grazie a tutti i suoi operatori: "L’Asl Cn2 intende esprimere il proprio più sentito ringraziamento nei confronti del personale, in particolare sanitario, ma anche tecnico e amministrativo per l’impegno profuso nell’affrontare questa delicata ed estenuante fase emergenziale, che si protrae, ormai da mesi".

"Nonostante la fatica e il rischio quotidiani – prosegue la nota –, tutto il personale non ha mai fatto venire meno la propria disponibilità e professionalità nei confronti dei cittadini e per questo sarà sempre offerto loro il massimo supporto da parte della Direzione e delle Istituzioni. Al contrario, non verranno tollerati dall’Azienda atteggiamenti denigratori nei confronti del lavoro svolto dagli operatori. A tal proposito, in data 27/11, è stata presentata una querela per tutelare il personale dagli insulti e dagli atti diffamatori circolati in questo periodo, perché il lavoro di ognuno di loro va valorizzato non denigrato".

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium