/ Attualità

Attualità | 28 novembre 2020, 17:41

Sfratto per i Vigili del Fuoco di Mondovì. Senza una nuova sede si rischia di perdere il distaccamento

La situazione è preoccupante. Se non verrà trovata una nuova sede entro il 12 febbraio del prossimo anno il Monregalese resterà privo di un servizio fondamentale

Sfratto per i Vigili del Fuoco di Mondovì. Senza una nuova sede si rischia di perdere il distaccamento

Arriva lo sfratto per i Vigili del Fuoco di Mondovì che, entro febbraio 2021, dovranno abbandonare la sede di via San Bernardo.

A deciderlo, questa settimana, il Tribunale di Cuneo che ha stabilito che l’immobile venga lasciato libero al proprietario, che non intende rinnovare il contratto. 

La situazione è preoccupante. Se non verrà trovata una nuova sede entro il 12 febbraio del prossimo anno il Monregalese resterà infatti privo di un servizio fondamentale. 

Il Comune di Mondovì ha donato un terreno al Demanio per la costruzione della nuova sede per i Vigili del Fuoco (il cui atto dovrebbe essere formalizzato nei prossimi giorni), ma prima che il nuovo edificio sia pronto, purtroppo, scadranno i termini per lasciare via San Bernardo. 

Era stata valutata l’alternativa di un capannone in affitto nell’area industriale della città, ma l’affitto è troppo alto. 

Il CONAPO Cuneo (sindacato autonomo dei Vigili del Fuoco) chiede che il ministro Fabiana Dadone si faccia portavoce del problema per trovare una soluzione.

AP

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium