/ Attualità

Attualità | 01 dicembre 2020, 14:50

Gli studenti del "Peano-Pellico" di Cuneo verso una nuova e consapevole cultura del suono

Anche Cuneo ha preso parte all'edizione 2020 di "Ci sentiamo dopo", il roadshow nazionale di Amplifon che vuole sensibilizzare i giovani del territorio ad un ascolto più responsabile

Gli studenti del "Peano-Pellico" di Cuneo verso una nuova e consapevole cultura del suono

Cuneo figura tra le ultime tappe previste dall'edizione 2020 del roadshow nazionale "Ci sentiamo dopo" organizzato da Amplifon e finalizzato alla promozione di un ascolto più responsabile nelle scuole secondarie italiane. 

L'incontro, svoltosi in formato digitale, ha coinvolto oltre 100 studenti della Regione, tra i quali anche gli allievi del Liceo Scientifico-Classico "Peano-Pellico" cuneese. 

L'appuntamento ha offerto un momento di approfondimento sui temi dell'ascolto consapevole, dell'ecologia acustica e della cura dell'udito, fenomeno altamente diffuso in Italia ma vittima di un ancora basso tasso di sensibilità. 

I relatori della giornata, l'audioprotesista di Amplifon Alfonso Fiore, il retail training specialist Amplifon Valerio Margaria e la sound designer e ideatrice del progetto "The sound of city" Chiara Luzzana, hanno sensibilizzato i giovani partecipanti verso comportamenti più consapevoli e verso l'importanza di curare il proprio udito per prevenire il rischio di isolamento sociale e declino cognitivo. 

"Ogni aspetto della nostra vita produce una vibrazione sonora ed ogni vibrazione genera, per sua natura, emozioni e sensazioni. Imparare ad ascoltare in maniera responsabile diventa, di conseguenza, uno strumento di comprensione e relazione con il mondo che ci circonda, con la tradizione e il futuro. E' stato molto interessante portare la mia esperienza in questo progetto di Amplifon e raccontarla alle generazioni più giovani, che possono davvero promuovere una nuova cultura del suono, più attenta e consapevole" ha commentato Chiara Luzzana. 

Tra gli obiettivi del progetto, avviato nel 2019, figura quello di coinvolgere gli istituti scolastici partecipanti nei meccanismi di gamification della APP "Ci sentiamo dopo". Essa è un vero e proprio noise-tracker utile e accessibile a tutti, funzionale alla costruzione di una mappa interattiva crowd-sourced dell'inquinamento acustico.

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium