/ Al Direttore

Al Direttore | 01 dicembre 2020, 14:59

Mondovì: addio a Giuseppe Gerbino, ex delegato sindacale F.I.M. C.I.S.L. e socio fondatore dell'ARASIS

Gli ex rappresentanti sindacali della Valeo e/o appartenenti alla associazione ARASIS hanno voluto ricordarlo con una lettera colma di affetto e ammirazione

Mondovì: addio a Giuseppe Gerbino, ex delegato sindacale F.I.M. C.I.S.L. e socio fondatore dell'ARASIS

"Nessuno muore realmente finché vive nel cuore di chi resta". La scorsa settimana, giovedì 26 novembre, Mondovì e il monregalese hanno perso Giuseppe Gerbino, grande lavoratore, ex delegato F.I.M.  C.I.S.L. socio fondatore dell'ARARIS odv (Associazione rischio Amianto e Sostanze Inquinanti per la Salute di Mondovì e della Val Tanaro organizzazione di volontariato, ndr). 

Gli ex rappresentanti sindacali della Valeo e/o appartenenti alla associazione ARASIS hanno voluto ricordarlo con una lettera colma di affetto e ammirazione.

"Partito da Monasterolo Casotto negli anni in cui la FIAT cercava manodopera e qui il lavoro scarseggiava hai fatto questa esperienza della grande fabbrica. Quando gli stabilimenti hanno aperto in questa zona, hai potuto ritornare a Mondovì dove hai svolto la mansione di addetto alle presse, sapevi anche condurre la prestigiosa pressa “Weingarten” la più grande e innovativa pressa di quel tempo" - scrivono dal gruppo - "Ma non possiamo dimenticare il tuo motivato impegno come delegato sindacale F.I.M.  C.I.S.L. e convinto sostenitore dell’unità sindacale. Sempre pronto al dialogo ma con spirito libero sapevi criticare il sindacato quando lo ritenevi opportuno.  Spesso, nella rappresentazione corrente, il rappresentante sindacale è visto come chi dice sempre dei “no” e contesta “a priori”. Noi ti ricordiamo come uomo di “critica costruttiva” che ha voluto il bene dell’azienda in cui lavorava. In base alla tua esperienza non ti sottraevi a dare un consiglio su come migliorare uno stampo per evitare difetti o scarti. 

Hai vissuto il periodo dell’amianto con i problemi connessi, e dopo il collocamento in pensione sei stato uno dei soci fondatori dell’A.R.A.S.I.S. a dimostrazione del fatto che la salute è uno dei valori più importanti e va salvaguardato sul posto di lavoro. Hai fatto parte del direttivo prima, in seguito come revisore dei conti e sei stato molto presente agli incontri e alle assemblee dell’associazione, apportando il tuo contributo. A termine dell’attività lavorativa hai fatto per molti anni parte del Consiglio nella categoria dei pensionati della CISL, a dimostrazione che l’impegno non è terminato con il lavoro.

Un pensiero alla tua famiglia che sempre hai sostenuto fino a quando le forze te lo hanno permesso.

Pensando di interpretare il pensiero di tanti che ti hanno conosciuto, ti rivolgiamo un grande e affettuoso grazie per la tua umanità e per il tuo impegno. Ciao Beppe".

Ex colleghi e rappresentanti sindacali Valeo e/o soci ARASIS

 

AP

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium