/ Attualità

Attualità | 02 dicembre 2020, 13:30

Il teatro Toselli di Cuneo diventa "casa" per artisti e pubblico: presentato il programma di eventi del mese di dicembre

Un modo innovativo per mantenere unita la città e le tante anime che nel Toselli vivono e organizzano attività; oggi (2 dicembre) l'inizio dei "Christmas Sketch" con Luca Occelli che legge Charles Bukowski

Foto generica - Pixabay

Foto generica - Pixabay

Occuparsi della direzione artistica di una rassegna che avrà luogo in un teatro, per legge, chiuso è un concetto se vogliamo assurdo. Ma è anche simbolo di questo anno che ci stiamo lasciando indietro e dello scenario che viviamo e abbiamo vissuto: una sfida e un’avventura vera e propria”.

È con entusiasmo che Giuseppe “Gimmi” Basilotta della compagnia il Melarancio ha presentato nella mattinata di oggi (mercoledì 2 dicembre) – in conferenza stampa sulla piattaforma “Zoom” - l’iniziativa “Un teatro come casa” , ovvero il calendario dicembrino degli eventi che coinvolgeranno il teatro Toselli di Cuneo.

Insieme a Basilotta presenti anche Paola Mosca dell’orchestra “Bruni”, Vera Anfossi di Promocuneo e Sergio Pozzi in rappresentanza dell’associazione Varco e dell’orchestra “La Centrale”, ovvero le altre anime che si sono occupate della definizione – ancora in divenire – del calendario della rassegna.

Ad aprire i lavori l’assessore alla cultura Cristina Clerico: “Questa iniziativa ci permette di vivere il nostro teatro in un momento in cui riempirlo di pubblico non è possibile, e serve a non dimenticarci di tutte le cose belle che possono accadere in un luogo come un teatro. Abbiamo voluto, come settore cultura, unire le diverse persone e le diverse energie che gravitano attorno al Toselli nel delineare un modo per portare l’attività del teatro nelle case degli appassionati e in una modalità che possa allargarsi anche a nuovo pubblico”.

Nel corso della prossima settimana – ha ancora aggiunto l’assessore – verranno anche rese note le iniziative natalizie dei musei cittadini e della biblioteca civica.

- LA RASSEGNA

Come spiegato da Basilotta “Un teatro come casa” si comporrà di alcuni eventi principali, attorno ai quali verrà impostato un calendario di appuntamenti giornalieri – sullo stile del tradizionale “calendario dell’avvento” - chiamati “Christmas Sketch”: ogni giorno alle 16.30 sulla pagina Facebook del teatro Toselli verranno dati tre minuti di spazio a un artista o performer di diverso tipo e genere, in modo da rendere continuativo il dialogo con il pubblico. Si parte proprio da oggi, con la lettura di Charles Bukowski interpretata da Luca Occelli.

Gli eventi clou partiranno invece da sabato 5 dicembre con il primo incontro organizzato dall’orchestra Bruni (che tornerà protagonista nelle serate di sabato 19 e lunedì 28 dicembre). Promocuneo, Incontri d’Autore e Amici della Musica si sono invece occupati di organizzare il concerto per fortepiano e violoncello in programma per il 17 dicembre, lo spettacolo di opera lirica con la commedia “Don Pasquale” del 21 dicembre e il tradizionale concerto della notte del 31 dicembre (che, in una modalità del tutto nuova che vedrà coinvolti tanti artisti cuneesi e altrettanti ospiti, di tradizionale avrà appunto solo la data). La compagnia Melarancio, nella giornata dell’8 dicembre, organizzerà invece uno spettacolo del progetto di “Teatro ragazzi”, e riproporrà il Gioco della Stella: invece di attirare i residenti cuneesi nelle strade della città, però, quest’anno saranno gli stessi performer a entrare nei cortili e nei palazzi.

Ultimo, ma non ultimo, l’appuntamento del 25 dicembre: sarà protagonista il format “Stasera non viene nessuno” già proposto nei mesi di giugno e luglio scorsi, in un'edita veste natalizia.

Quest’anno ci spinge e ci permette anche di operare un cambio profondo nel senso della fruizione dell’offerta culturale – ha aggiunto ancora Basilotta - . Auspichiamo ovviamente tutti che si torni al più presto alla riapertura, con modalità certe che assicurino la programmazione necessaria, ma è bello che si sperimentino nuovi linguaggi e che il teatro Toselli, un bene comune di tutta la città, proponga qualcosa di nuovo. Una scelta, anche da parte dell’amministrazione comunale, assolutamente non dovuta ma significativa”.

simone giraudi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium