/ Saluzzese

Saluzzese | 02 dicembre 2020, 18:00

L’Unione Montana Valle Varaita ha inviato una richiesta di intervento sul tema della stagione invernale

Destinatari al Presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, ai Presidenti UNCEM nazionale, Marco Bussone, e della Delegazione Piemontese, Roberto Colombero, e ai parlamentari della provincia di Cuneo

L’Unione Montana Valle Varaita ha inviato una richiesta di intervento sul tema della stagione invernale

L’Unione Montana Valle Varaita ha inviato ieri una lettera di richiesta di intervento sul tema della stagione invernale 2020/21 al Presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, ai Presidenti UNCEM nazionale, Marco Bussone, e della Delegazione Piemontese, Roberto Colombero, e ai parlamentari della provincia di Cuneo.

Nella lettera, a firma del Presidente dell’Unione Montana Valle Varaita, Silvano Dovetta, si chiede "di chiarire al più presto la situazione in merito alla riapertura delle stazioni e dei comprensori sciistici" e di tenere presente "che esistono realtà di piccole dimensioni, che sicuramente potrebbero attuare tutte le misure di contenimento necessarie per svolgere l’attività in totale sicurezza e non possono essere equiparate alle grandi stazioni sciistiche, sicuramente di più difficile gestione». E ancora si sottolinea la realtà sfaccettata della montagna invernale, fatta anche di sci alpinismo, passeggiate e ciaspolate sulla neve. 
L’Unione Montana Valle Varaita chiede quindi di intervenire il prima possibile per consentire agli operatori turistici della montagna di capire come preparare la stagione, rivolgendosi al Presidente della Regione chiedendogli di "intercedere con il Governo affinché valuti attentamente tutti questi aspetti e si faccia portavoce a difesa dei nostri territori montani".

Il testo della lettera

L’Unione Montana Valle Varaita, pur consapevole del momento difficile e delicato che il nostro paese sta attraversando, sentita l’ipotesi avanzata dal governo di chiudere, a causa del Covid, gli impianti sciistici almeno fino all’Epifania, sollecita di chiarire al più presto la situazione in merito alla riapertura delle stazioni e dei comprensori sciistici.
Inoltre sarebbe bene che il governo, adottando misure restrittive, lo facesse tenendo presente che esistono realtà di piccole dimensioni, che sicuramente potrebbero attuare tutte le misure di contenimento necessarie per svolgere l’attività in totale sicurezza e non possono essere equiparate alle grandi stazioni sciistiche, sicuramente di più difficile gestione. Senza dimenticare che lo sci è uno sport che si svolge all'aria aperta.
Gli operatori della montagna hanno bisogno di sapere il prima possibile come preparare la stagione. Il clima di incertezza è dannoso.
L’Unione non intende identificare la stagione invernale solo con lo sci alpino, sicuramente trainante, ma non unica attrattiva.
Siamo ben consci che la montagna non è solo sci.
Esistono le passeggiate sulla neve, le ciaspole, lo sci alpinismo, un mercato che è in costante crescita, ma siamo certi che i nostri paesi perderebbero l’appeal e si svuoterebbero senza le piste aperte e con lo spostamento tra Regioni vietato; inoltre è nostro specifico compito quello di salvaguardare l’economia generale dei nostri paesi, che si basa, per qualche mese all’anno, anche su questo mercato. 
In relazione all’eventuale chiusura, l’Unione Montana Valle Varaita si aspetta risorse vere per impiantisti, scuole di sci, operatori turistici, attività commerciali e per tutti i dipendenti stagionali, perchè queste persone hanno il diritto di poter sopravvivere non solo al virus, ma anche all’enorme danno economico che ne conseguirà.
La salute viene prima di tutto, è vero, ma se si chiude ora, qualcuno potrebbe non riaprire. 
Chiediamo pertanto al nostro Presidente della Regione di farsi parte diligente per intercedere con il Governo affinché valuti attentamente tutti questi aspetti e si faccia portavoce a difesa dei nostri territori montani. 

Il Presidente Silvano Dovetta

C.S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium