Ad occhi aperti - 03 gennaio 2021, 07:17

Traguardi e speranza - The secret life of Walter Mitty

In ogni storia cambiare significa aver compreso i propri errori e avere ben chiare le proprie opportunità… proprio come fa Walter

Ben Stiller nei panni di Walter Mitty

Ben Stiller nei panni di Walter Mitty

The Secret Life of Walter Mitty” (“La vita segreta di Walter Mitty”) è un film del 2013 la cui produzione ha coinvolto Stati Uniti, Inghilterra, Canada e Australia, scritto da Steve Conrad a partire da un soggetto di James Thurber e diretto da Ben Stiller. La pellicola segue la vita grigia e ripetitiva di Walter, impiegato nell’archivio fotografico della celebre rivista “Life”, che si ritrova a doversi mettere sulle tracce di uno sfuggente fotografo naturalistico per recuperare il negativo della sua migliore fotografia, quella che dovrebbe comparire sulla copertina dell’ultimo numero cartaceo della rivista.

È sembrato un traguardo impossibile in almeno due momenti ben precisi dell’anno appena terminato, ma eccoci. Ci siamo. Il 2021.

Non so voi, ma io non riesco a decidermi: il 2020 è volato in un batter d’occhio, oppure è stata una lenta agonia lunga dodici mesi? Davvero, mi viene difficile prendere una decisione ben precisa. Quel che è certo è che ci ha messo del suo per scalare le vette della classifica dell’ “anno più orribile della storia dell’umanità”… e non ho controllato, ma i suoi sforzi potrebbero essere valsi a qualcosa.

La sensazione che forse più mi ha accompagnato in questo dicembre è stata la leggerezza che si sente dopo un intervento ai denti a causa dell’anestesia. Quel necessario gonfiore appena un po’ dolorante che credo abbiate tutti ben presente, e che facilmente inghiotte o schiaccia qualunque tipo di sensazione positiva o suo possibile spunto.

Sì, anestetizzati. Credo sia così che ci lascia questo 2020.

Dobbiamo risvegliarci, come da un lungo sonno (dire incubo mi sarebbe sembrato davvero troppo banale, ma ci siamo capiti). Un po’ il protagonista del film che vi consiglio di guardare per iniziare questo 2021.

Walter, nei sogni, ci ha vissuto per la maggior parte della propria vita. Sogni surreali e avventurosi, nei quali diventa per alcuni istanti l’uomo che avrebbe sempre voluto essere (o che crede di voler essere), capace di conquistare i traguardi che più desidera, compresa la donna di cui è innamorato.

Ma è mettendosi sulle tracce del suo “nume tutelare” - un uomo misterioso che ammira e rispetta così tanto da credere, per alcuni istanti, di essere suo figlio – che capisce la verità: i sogni non possono diventare realtà finché non smettono di essere, soltanto, sogni. La vita che vuoi con le persone che desideri è a un passo da te, anche se questo passo è a volte attraverso uno strapiombo.

Credo un momento di crisi, grande, come quello che abbiamo passato in questo anno conservi la necessaria spinta propulsiva ai piccoli cambiamenti che abbiamo sempre sognato e mai abbiamo avuto il coraggio di conseguire. Il germe del cambiamento, quello vero, perché in ogni storia cambiare significa aver compreso i propri errori e avere ben chiare le proprie opportunità… proprio come fa Walter.

Dobbiamo tutti essere un po’ più come Walter, ce lo meritiamo. Ma, soprattutto, ne abbiamo bisogno. Della speranza, dico.

simone giraudi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU