/ Attualità

Attualità | 11 gennaio 2021, 13:36

Terme di Valdieri e piana del Valasco, il sindaco Gaiotti: "Per l'estate 2021 garantiremo il raggiungimento della frazione"

L'ipotesi più percorribile è quella di un guado a senso alternato. Altri progetti esistono, ma hanno costi troppo alti, tendendo conto anche del fatto che, per buona parte dell'anno, la strada per arrivare a Terme di Valdieri è chiusa

Terme di valdieri innevate

Foto della pagina Facebook del rifugio Valasco

La strada per Terme di Valdieri è chiusa al transito già dallo scorso 3 ottobre, all'indomani dell'alluvione che ha portato via il ponte che consentiva l'accesso al parcheggio di Terme di Valdieri, per raggiungere la piana del Valasco.

Vi riproponiamo le immagini girate lo scorso 5 ottobre

Dopo le abbondanti nevicate dei giorni scorsi, con accumuli di 60 centimetri, la strada è stata chiusa anche ai mezzi di cantiere.

Ma che succederà nei prossimi mesi? Il ponte non c'è più, il Gesso se lo è portato via. Oltre quel ponte c'è il grande parcheggio gestito dal Parco Alpi Marittime, oltre al Centro visita.

 

"Garantiremo il passaggio - spiega il sindaco di Valdieri Giacomo Gaiotti. Le ipotesi sono diverse, come sono diversi anche i costi, dai quali non possiamo prescindere. Quella più facilmente percorribile prevede un guado provvisorio nell'alveo del fiume, simile alla pedancola sul Gesso tra Cuneo e Boves. La Provincia, che ringrazio per tutto quello che ha fatto, ne ha già allestito uno per permettere il passaggio ai mezzi operativi e per recuperare le auto rimaste dall'altra parte del fiume. Questa è la soluzione più rapida ed economica. Consentirebbe il passaggio a senso alternato".

Le altre ipotesi sono decisamente più costose. C'è quella di un ponte del Genio Civile, il cui montaggio si aggira sui 100mila euro, con un affitto annuo di altri 40mila circa. Il costo di un ponte nuovo e permanente, come da progetto della Regione, arriverebbe a costare 1,3 milioni di euro. Conclude Gaiotti: "Tenendo conto che per buona parte dell'anno la strada per Terme di Valdieri è chiusa, mi sembra una soluzione poco sensata. Comunque ci stiamo occupando della situazione, per consentire il raggiungimento della zona, che ha una importante valenza turistica per la vallata. Ci tengo a ringraziare l'Enel per quanto ha fatto, ripristinando in tempi brevissimi la corrente. Non avevo mai avuto l'occasione di farlo pubblicamente, ma devio dire che subito dopo il disastro del 2 ottobre scorso, la collaborazione è stata massima da parte di tutti".

barbara simonelli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium