/ Economia

Economia | 20 gennaio 2021, 06:58

La Juve ha ormai perso lo scudetto o ci sono ancora speranze?

Sono anni ed anni che la Juventus domina padrona nel Campionato di Serie A, è per questo che anche nel Campionato 2020/2021 ci si aspettavano risultati degni degli anni precedenti.

La Juve ha ormai perso lo scudetto o ci sono ancora speranze?

Sono anni ed anni che la Juventus domina padrona nel Campionato di Serie A, è per questo che anche nel Campionato 2020/2021 ci si aspettavano risultati degni degli anni precedenti. Il numero degli scudetti vinti dai Bianconeri sono tuttavia oggetto di discussione accesa, poiché diverso tempo fa ne erano stati “cancellati” alcuni (2 scudetti) nell’ambito di quel processo che storicamente tutti conoscono come “Calciopoli”.

In ogni caso si tratta, se non di 36, di 38 scudetti peraltro consecutivi. Polemiche a parte, di certo tutti, fan ed avversari della squadra, si attendevano sicuramente performance di altro livello dal team e di conseguenza una posizione in classifica di certo migliore rispetto all’attuale. La Juve oggi non occupa infatti il primo posto come accadeva a quest’ora gli anni scorsi e, anzi, a dirla proprio tutta non è nemmeno sul podio delle prime tre squadre e sembrerebbe ben lontana.

Cosa succede alla Juve in questo Campionato?

La Juventus però, oggettivamente, non sta giocando in modo così disastroso e, salvo qualche duro colpo incassato contro la Fiorentina o contro l’Inter di cui non si dimenticherà di certo nessuno, la squadra sembrerebbe avere le carte in regola per fare un buon gioco. Essa, infatti, sta difendendo la propria posizione “con i denti”, nonostante le difficoltà, gli infortuni, i giocatori assenti per positività al Covid e una nuova guida tecnica.

Rimanere ancorati ad una posizione che non è la prima, però, non serve poi a molto e se si intende conquistare lo scudetto è necessario salire nella classifica, mettendosi in tasca dei punti e scalzando le altre squadre in testa. Partita dopo partita però questo non sta accadendo.

È evidente che quelle poche ma consistenti sconfitte, sommate alle performance di altre squadre particolarmente buone in questo Campionato (vedi quelle del Milan o del Napoli, per esempio), sono sufficienti a creare grosse difficoltà.

Di fatto alla vittoria della Juventus sono ormai pochi a credere e le quote “avverse” che si possono trovare anche nei migliori siti di scommesse sportive lo dimostrano in modo tangibile. Non tutti la pensano però allo stesso modo: Vignola, per esempio, ex giocatore bianconero e voce “esperta” molto ascoltata ancora oggi nel mondo del calcio, nutre ancora forti speranze.

I punti deboli della Juve

Secondo quanto dichiarato dall’ex giocatore meno di un mese fa, la Juventus potrebbe ancora stupire i propri fan. Il disorientamento della squadra in questo primo girone sarebbe del tutto normale, infatti, dal momento che alla guida si è ritrovata di punto in bianco una persona del tutto nuova e anche “inesperta” come Pirlo, ottimo giocatore, ma alla prima esperienza come allenatore.

Pirlo non se la sta cavando male, ma è chiaro che si è ritrovato di fronte un panorama nuovo, con situazioni da “testare”. L’assortimento dei giocatori, inoltre, in apparenza ineccepibile prima dell’avvio del Campionato, ha dimostrato presto delle carenze dal punto di vista tattico. La rosa è coperta in tutti i ruoli, ci sono punte di diamante come Ronaldo e Morata, ma un Dybala, per esempio, non è ancora riuscito a tirare fuori il meglio. A peggiorare ulteriormente la situazione c’è stata anche un po’ la sfortuna, ovvero l’infortunio di elementi chiave, come Chiellini, e il fatto che numerosi giocatori sono risultati positivi al Covid.

Il tempo per la Juve, comunque, non è finito e nel corso degli scorsi mesi ha avuto tempo di imparare e “rodare” il proprio sistema. È vero che le distanze rispetto alle prime in classifica sono ampie, ma non è ancora detta l’ultima parola.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium