/ Attualità

Attualità | 26 gennaio 2021, 09:41

Due fratelli, un'azienda a Caraglio e la grande passione per il mondo delle quattro ruote

Tra i progetti in fase di realizzazione c'è un giocattolo per collezionisti... una macchina sportiva copiata da un modello del passato lunga 1,8 metri, perfettamente funzionante e con motore termico

Da sinistra Gianpaolo e Vilmer Piuma, titolari di Metalresine sas di Caraglio

Da sinistra Gianpaolo e Vilmer Piuma, titolari di Metalresine sas di Caraglio

A Caraglio sta per prendere forma, pezzo dopo pezzo, il progetto di una macchina sportiva copiata da un modello cult del passato, a misura di bambini. Una vettura identica in tutto e per tutto all'originale, lunga 1,8 metri e perfettamente funzionante grazie ad un motore termico di 50cc.

Non sarà alla portata di tutti e tantomeno, probabilmente, diventerà il gioco di qualche bambino, quanto piuttosto un pezzo per collezionisti.

A realizzarla saranno Gianpaolo e Vilmer Piuma, rispettivamente di 48 e 39 anni, titolari della Metalresine sas di Caraglio.

L'azienda è specializzata nella produzione di manufatti in vetroresina e in altri materiali compositi, come il carbonio o il kevlar. Qui vengono realizzati componenti e appendici per qualunque tipo di veicolo o natante, one-off, allestimenti di camper o veicoli da trasporto, oggettistica di design e tanto altro.

Nata nel 1981, i fratelli Piuma hanno deciso di rilevarla nel 2007, nonostante entrambi facessero altro. Ed è soprattutto questo altro a mantenere accesa la passione che entrambi coltivano, quella per il mondo dei motori e in particolare per le autovetture, che realizzano nel loro stabilimento di oltre 2000 metri quadri, dove lavorano 10 dipendenti.

Gianpaolo Piuma nasce come odontotecnico.

Il percorso di Vilmer è, invece, molto più articolato, nonostante la giovane età. Nasce infatti come modellatore e stilista per case automobilistiche. L'ultima esperienza è stata in BMW; nel suo curriculum, anche la Mercedes.

Dopo essersi displomato all'istituto d'Arte Bertoni di Saluzzo, è entrato nella scuola voluta da Giorgetto Giugiaro a Garessio, poi trasferita a Savigliano, la CEMI (Centro europeo modellisti industriali). A soli 21 anni era in Italdesign a Torino.

Vilmer ha lavorato anche a Maranello, dove è rimasto per 4 anni, nel reparto Formula 1 della Ferrari. Il mondo delle auto è per lui una passione da sempre. Che sta continuando a coltivare collaborando in progetti importanti, in cui viene spesso coinvolto da collezionisti e appassionati come lui. Conosce dettagli, aneddoti e curiosità che non si smetterebbe mai di ascoltare. 

"Nel 2007 - racconta - mi è capitata l'occasione di questa azienda. Un salto nel buio, non avevo mai fatto l'imprenditore e ho scelto un momento davvero complicato, a guardare indietro. Ho tirato dentro anche mio fratello".

Un cambio di vita notevole, ma la passione per le automobili riesce a coltivarla anche a Caraglio. 

"Essendo stato nel settore, la nostra azienda riceve richieste particolari, che vanno dal rifacimento di auto per collezionisti a quello di auto d’epoca. Ci viene spesso chiesto di realizzare modelli unici, i cosiddetti one-off. La cosa più assurda che abbiamo fatto? Una parte di fusolieria di un caccia F16 americano. Il pezzo su cui dovevamo lavorare è arrivato in azienda su un camion enorme. E' il mondo dei collezionisti, gente decisamente sopra le righe, con cui spesso entriamo in contatto!".

Poi c'è la parte ordinaria del lavoro: "Le aziende vengono da noi, ci raccontano cosa vogliono, il progetto; a volte ce lo portano già disegnato. Noi facciamo il modello, poi il prototipo e lo realizziamo. Qualsiasi oggetto che costruiamo diventa un modello. Tra i nostri clienti ci sono la Merlo di San Defendente di Cervasca o la Supertino", spiegano i due fratelli.

Tra le realizzazioni di maggior successo c'è una moto realizzata per Motomorphosis e presentata all'EICMA di Milano. Si tratta di uno stampo di moto in scala 1 a 1 realizzato in vetroresina. Motomorphosis è un progetto che, dal 2009, si impegna a divulgare il tema dell'educazione, sicurezza e mobilità stradale su tutto il territorio nazionale italiano. 

Uno degli esemplari realizzati è stato regalato al Papa, un altro a Valentino Rossi e un altro ancora al Presidente della Repubblica. Non solo, ne sono state realizzate alcune in scala, con la stampante 3D, che sono poi state personalizzate con i super eroi della Marvel.

E' stato realizzato da loro anche il bellissimo mini-mezzo dei vigili del fuoco di Cuneo, partendo da un carrello della spesa, che ha accompagnato la consegna dei regali ai bambini della pediatria. 

Non è facile riuscire a seguire tutto, anche perché spesso le passioni e i sogni non portano, almeno nell'immediato, ad un ritorno economico. Un'azienda deve prima di tutto stare in piedi.

"Per me - conclude Vilmer Piuma - è fondamentale non chiudere la porta dei sogni e delle passioni. Quando incrocio quelli di altre persone e riusciamo a metterli insieme per realizzarli, è sempre arricchente e stimolante. Tanti dei progetti che stiamo portando avanti non sappiamo se e dove porteranno. Penso alla macchina sportiva per bambini... interesserà a qualcuno? Per ora è un progetto che stiamo realizzando. Ed essere qui a provarci dà senso a tutto il resto". 

Barbara Simonelli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium