/ Attualità

Attualità | 26 gennaio 2021, 19:30

Nelle ultime 24 ore, in Granda, 92 nuovi casi di Covid, a fronte però di 197 nuovi guariti

12 i decessi comunicati all'Unità di crisi. In Piemonte 6.061 persone vaccinate oggi: il totale sale a 157.307

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 728 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 172 dopo test antigenico), pari al 3,4% dei 21.364 tamponi eseguiti, di cui 13.420 antigenici. Dei728 nuovi casi, gli asintomatici sono 370 (50,8%).

I casi sono così ripartiti: 235 screening, 339 contatti di caso, 154 con indagine in corso; per ambito: 66 RSA/Strutture Socio-Assistenziali, 49 scolastico, 613 popolazione generale.

Il totale dei casi positivi diventa quindi 223.033 così suddivisi su base provinciale: 19.973 Alessandria, 11593 Asti, 7689 Biella, 30.786 Cuneo (+92 rispetto a ieri quando erano 30.694 con un incremento di 24), 17.473 Novara, 116.278 Torino, 8325 Vercelli, 7992 Verbano-Cusio-Ossola, oltre 1141 a residenti fuori regione ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 1783 sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale.

I ricoverati in terapia intensiva sono 163 (+ 0 rispetto a ieri).

I ricoverati non in terapia intensiva sono 2307 (- 57rispetto a ieri).

Le persone in isolamento domiciliare sono 10.247

I tamponi diagnostici finora processati sono 2.400.134(+ 21.364 rispetto a ieri), di cui1.005.945 risultati negativi.

I DECESSI DIVENTANO 8642

Sono 38 i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte, di cui 2 verificatosi oggi (si ricorda che il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente comprende anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come decessi Covid).

Il totale è ora di 8642 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi per provincia: 1314 Alessandria, 566 Asti, 367 Biella, 994 Cuneo (+12 rispetto a ieri), 722 Novara, 3923 Torino, 397 Vercelli, 278 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 81 residenti fuori regione, ma deceduti in Piemonte.

201.674 PAZIENTI GUARITI

I pazienti guariti sono complessivamente 201.674 (+ 1174 rispetto a ieri) così suddivisi su base provinciale: 17.607 Alessandria, 10.282 Asti, 6969 Biella, 28.214 Cuneo (+197 rispetto a ieri quando erano 28.017 con un incremento di 105), 15.791 Novara, 105.427 Torino, 7.581 Vercelli, 7.147 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 1034 extraregione e 1622 in fase di definizione.

6.061 I VACCINATI IN PIEMONTE: IL TOTALE DIVENTA 157.307

Sono 6.061 le persone che hanno ricevuto il vaccino contro il Covid comunicate oggi all’Unità di Crisi della Regione Piemonte (dato delle ore 17.40). A 5.336 è stata somministrata la seconda dose.

Dall’inizio della campagna si è quindi proceduto all’inoculazione di 157.307 dosi (delle quali 23.003 come seconda), corrispondenti 78,27% delle 200.980 finora disponibili per il Piemonte. La percentuale è inferiore a quella di ieri, poiché il calcolo è stato fatto tenendo conto anche della quinta fornitura, che ha portato il totale di quanto ricevuto dal Piemonte a 200.980 dosi.

È infatti arrivata in serata la quinta fornitura di 32.760 dosi di vaccino Pfizer, ridotta dalla casa farmaceutica rispetto alle 59.670 previste.  

"La campagna di vaccinazione prosegue senza problemi per la somministrazione della seconda dose – sottolinea l’Unità di Crisi della Regione Piemonte -. La scelta prudenziale di accantonare fin da subito parte delle scorte dei vaccini e la possibilità di eventuali ridistribuzioni tra aziende per far fronte alle seconde somministrazioni, anche in caso di ritardi nelle consegne, si sta rivelando lungimirante.

La quinta fornitura di dosi è effettivamente arrivata ridotta secondo quanto comunicato da Pfizer nei giorni scorsi, ma abbiamo potuto gestire la riduzione in modo efficace senza impatti.

Inoltre, oggi abbiamo ricevuto rassicurazioni sulle prossime consegne per poter procedere con serenità alla seconda inoculazione del vaccino mantenendo l’obiettivo del 21 febbraio come conclusione della Fase 1".

La Fase 1, come noto, coinvolge il personale del servizio sanitario regionale, ospiti e operatori delle Rsa.

redazoine

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium