/ Agricoltura

Agricoltura | 26 gennaio 2021, 13:01

Cereali, la Lega contro il registro telematico: "Inutile e oneroso aggravio burocratico"

Bergesio, Centinaio, Vallardi, Sbrana e De Vecchis sono concordi: "E' davvero inconcepibile che mentre gli altri Paesi su questo tema dimostrano molta sensibilità, in Italia il peso della burocrazia rischia di soffocare la filiera con costi insostenibili"

Foto generica

Foto generica

Il registro telematico di carico e scarico di cereali e sfarinati introdotto con un emendamento e approvato in fase di esame della legge di bilancio 2021 senza il coinvolgimento delle associazioni di categoria, rappresenta un aggravio economico e amministrativo per il settore della produzione, dello stoccaggio e della trasformazione della filiera cerealicola nazionale. Lo Stato deve sostenere le aziende in un momento storico così complicato come quello che stiamo vivendo, e non appesantirne il percorso con una burocrazia inutile che mette in pericolo la loro stessa sopravvivenza".

Lo scrivono in una nota i senatori della Lega, Giorgio Maria Bergesio, Gian Marco Centinaio, Gianpaolo Vallardi, Rosellina Sbrana, William De Vecchis.

"Bisogna cambiare passo e farlo subito. E' davvero inconcepibile che mentre gli altri Paesi su questo tema dimostrano molta sensibilità, in Italia il peso della burocrazia rischia di soffocare la filiera con costi insostenibili. Per questo abbiamo presentato un’interrogazione urgente al ministero delle Politiche Agricole affinché intervenga concretamente per semplificare la normativa e garantire alle aziende di poter continuare il loro lavoro”.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium