/ Attualità

Attualità | 27 gennaio 2021, 14:43

Mondovì celebra il "Giorno della Memoria". Il sindaco Adriano: "Ricordare è dovere della comunità" (FOTO E VIDEO)

Le celebrazioni si sono svolte in forma privata come previsto dalle norme anti Covid. Oggi pomeriggio alle 17 si terrà il webinar "Memoria del Futuro"

Mondovì celebra il "Giorno della Memoria". Il sindaco Adriano: "Ricordare è dovere della comunità" (FOTO E VIDEO)

Ricordare e raccontare alle nuove generazioni, affinché gli orrori della Shoah non si ripetano. 

Anche quest'anno, nonostante le restrizioni previste per l'emergenza sanitaria, la città di Mondovì ha celebrato il "Giorno delle Memoria". 

Vista l'impossibilità di riproporre il corteo per le vie cittadine insieme agli studenti delle scuole che, negli anni, hanno collaborato al progetto per le "pietre di inciampo" a memoria dei monregalesi deportati nei campi di sterminio, l'amministrazione ha reso omaggio a tutte le vittime in forma privata. 

Il sindaco, Paolo Adriano, alla presenza del Gonfalone della città, insieme a una rappresentanza della Polizia Municipale, il Maggiore Ambrosino Tala, Comandante della Compagnia Carabinieri, l'assessore all’istruzione, Luca Robaldo e il consigliere provinciale Pietro Danna, ha deposto le tradizionali corone d'alloro al cimitero Israelitico, al monumento “Morti per la Libertà” e al monumento alla Shoah nel cortile della scuola media "Anna Frank". 

La dirigente scolastica del 1° Circolo scolastico Mondovì 1, la prof.ssa Stefania Di Battista, e alcuni rappresentanti degli studenti e insegnanti hanno preso parte al momento di celebrazione presso l'istituto insieme all'amministrazione.

 

“Mondovì pagò un doloroso tributo nelle persecuzioni nazifasciste, culminato con la deportazione e lo sterminio della storica comunità Israelitica monregalese, presente e integrata nel nostro comune fin dal XVI Secolo" - ricorda il sindaco, Paolo Adriano - "Ma non furono, però, solo gli Ebrei, nella nostra città, a subire il destino della deportazione e della morte in vincoli nei campi. Mondovì - Città Medaglia di Bronzo al Valor Militare per la Guerra di Liberazione - vide illustri figure di militanti antifascisti pagare proprio con la deportazione e con la vita il loro fiero opporsi. La Memoria è dovere della comunità, verso noi stessi e verso le giovani generazioni. Per questo è fondamentale che il Giorno della Memoria sensibilizzi proprio i giovani: a loro consegniamo un futuro che non può slegato dal passato, affinché quelle pagine di orrore non siano mai più ricopiate”.

L'amministrazione ha diffuso in queste ore un video, realizzato dal vice sindaco Luca Olivieri, incentrato sulla storia di alcuni luoghi simbolo di Mondovì, che testimoniano la Shoah e la deportazione politica: una sorta di percorso virtuale attraverso la della Memoria.

“Quest’anno, purtroppo, non abbiamo potuto organizzare la tradizionale posa delle Pietre di inciampo insieme alle scuole, ma iniziative sul tema sono state promosse dal Liceo e da singole classi di altri istituti - ha commentato l'assessore Luca Robaldo - "L’istruzione ha infatti un compito impegnativo e centrale: conservare il ricordo, ma soprattutto formare una generazione di cittadini consapevoli".

Proprio con questo obiettivo, tra le iniziative promosse in città, oggi pomeriggio si terrà il webinar “Memoria del Futuro”, organizzato dal Liceo Vasco-Beccaria-Govone, con numerose collaborazioni nel mondo del volontariato e dell’associazionismo cittadino e provinciale. L'evento si svolgerà sulla piattaforma Google Meet alle 17, per partecipare clicca qui.

 

Arianna P.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium