/ Economia

Economia | 28 gennaio 2021, 07:00

7th Sea: il coinvolgente gioco di ruolo cappa e spade tra pirati ed eroi!

Cosa distingue 7th Sea dagli altri giochi di ruolo? L’unione di tutte le tematiche principali che contraddistinguono questi RPG: organizzazioni segrete, stregoneria e cavalieri.

7th Sea: il coinvolgente gioco di ruolo cappa e spade tra pirati ed eroi!

Ambientato in un mondo di fantasia che reinterpreta l'Europa del XVII secolo, 7th Sea unisce il formato classico del gioco di ruolo con Master, con meccaniche innovative che bene riescono a restituire l’azione e il fascino tipici dei romanzi e delle pellicole “cappa e spada”, cosa che gli è valsa la vittoria del premio Gioco di ruolo dell’anno nel 2017.

Gioco di ruolo cappa e spade: esperienza ludica avventurosa!

Tutto all’interno del manuale d’istruzioni (ambientazioni, motore di gioco) è stato sviluppato per regalare ai giocatori un'esperienza ludica in grado di farli vivere nelle atmosfere, situazioni, azioni e feeling che caratterizzano quei romanzi ambientati nella seconda metà del XIX secolo e la prima metà del XX secolo.

Che cosa si intende per “cappa e spada”? È un sottogenere del romanzo d’avventura, caratterizzato da storie rocambolesche a sfondo più o meno storico, con colpi di scena e suspense. I protagonisti di queste storie sono solitamente personaggi positivi, eroi dal lato ombroso. 

I punti di forza di 7th Sea

Uno dei punti di forza di questo coinvolgente gioco di ruolo è sicuramente l'ambientazione. Ricalca molto bene l'Europa del Seicento, stereotipandola all’eccesso. Le nazioni di Théah, questo il nome dell'immaginario mondo di gioco, infatti, ricordano in modo nemmeno troppo velato le controparti che sono realmente esistite nel passato della nostra Storia.

Nel lungo capitolo dedicato all’ambientazione, si possono trovare le descrizioni di queste nazioni che, come il testo ci racconta, stanno sempre più acquisendo l’idea di identità nazionale, acuendo così le inevitabili differenze culturali.

Le nazioni

Quali nazioni sono riconoscibili nel manuale? 

 

  • Le Isole Incantate, comprendenti Avalon (ispirata all’Inghilterra), Inishmore (Irlanda) e le Marche delle Highland (Scozia): tutte governate da una Regina;
  • Regno di Castille (Spagna): nazione difensore del Regno del Vaticinio (Chiesa Cattolica) e che ha dato i natali all’Inquisizione;
  • Montaigne (Francia): regno ricco e decadente;
  • Regno di Eisen (Sacro Romano Impero): terra devastata dalla Guerra della Croce;
  • Confederazione Sarmatiana (Impero austroungarico e Polonia): monarchia democratica in cui tutti possono essere Re;
  • Nazione di Vestenmennavenjar (unione tra i paesi scandinavi e l’Olanda): potente paese mercantile che ha fondato una lega commerciale che ricorda da vicino la Lega anseatica;
  • Regno di Ussura (Russia): governato da uno zar, paese molto arretrato.
  • Vodacce (Italia): territorio suddiviso e governato da sette Principi mercanti.

Il settimo mare dà il nome al gioco e qui le leggi naturali sembrano essere sospese, dove il sole e la luna brillano insieme in cielo e le stelle si muovono in senso contrario.

Stregoneria e religione

Ogni nazione di Théah ha un proprio particolare rapporto con la religione, che si riflette sulla politica e il rapporto tra i vari stati. Inoltre, antichi dei e culti pagani continuano a sopravvivere in alcuni territori, mentre demoni e creature fatate camminano tra gli uomini.

La stregoneria ricopre un intero capitolo del manuale ed è importante e intrigante nel medesimo tempo. Essa è legata alla nazionalità e alla stirpe dei personaggi, oltre a essere rara ed estremamente potente; il manuale propone un diverso tipo di magia per ognuna delle nazioni presentate.

I personaggi: pochi ma unici!

Come abbiamo detto in precedenza i personaggi di 7th Sea sono Eroi veri e propri. La loro creazione è semplicissima; il tutto si svolge attraverso una manciata di semplici passaggi:

 

  • Assegnazione dei punti ai cinque Tratti a disposizione del personaggio;
  • Scelta della nazionalità e del relativo bonus;
  • Scelta di due Background: questi rappresentano il passato dell’Eroe e forniscono Abilità e Vantaggi;
  • Assegnazione dei punti alle Abilità, sia a quelle già ottenute con i Background sia per acquisirne di nuove;
  • Acquisto di nuovi Vantaggi attraverso la spesa di alcuni punti (cinque);
  • Scelta di una Virtù, ciò che lo rende un Eroe, un pregio eccezionale, e di una Hubris, la sua più grande debolezza, fonte di occasioni narrative e di Punti Eroe da utilizzare in gioco;
  • Stesura di una Storia. Le Storie sono elementi irrisolti del passato, portarla a termine farà guadagnare all’eroe la ricompensa stabilita, di solito punti Abilità o nuovi Vantaggi;
  • Assegnare i dettagli finali, tra cui la Fama, l’eventuale appartenenza a una Società Segreta e così via.

Tutto è basato sull’aspetto caratterizzante e interpretativo dell’Eroe più che sulle meccaniche per attaccare o svolgere azioni. Ciò si rispecchia perfettamente nell’evoluzione del personaggio. In 7th Sea non esistono punti da accumulare, spendere, livelli di esperienza; per far progredire il proprio Eroe ogni giocatore dovrà di volta in volta creare una nuova Storia da portare a termine

Come funziona il gioco?

Le meccaniche di gioco sono molto semplici e si possono riassumere in questo modo:

 

  • Il Master descrive la scena (creerà gli Sgherri e i Malvagi);
  • I giocatori descrivono come intendono “approcciarsi” alla scena e stabiliscono, insieme al Master, la riserva di dadi da dieci facce (formata da un Tratto + un’Abilità) da tirare;
  • Il Master informa i giocatori delle conseguenze negative della scena e delle eventuali opportunità che i giocatori possono cogliere;
  • I giocatori lanciano i dadi della loro riserva e usano i risultati per ottenere degli Incrementi, cioè delle somme che diano dieci (o più) come totale;
  • I giocatori utilizzano gli Incrementi; ogni incremento può essere usato per compiere un’azione, rimuovere una conseguenza od ottenere un’opportunità, intervenendo direttamente nella narrazione. È sempre sufficiente un solo incremento per superare positivamente un’azione.

In conclusione, 7th Sea è un gioco di ruolo dalle meccaniche solide e innovative. Interpretazione e storia sono i suoi punti di forza. Il regolamento è semplice, ma richiede l’attenzione di tutti i personaggi coinvolti. Si rivolge prettamente a quei giocatori che abbiano voglia di provare qualcosa di nuovo e con la voglia di mettersi in gioco. È adatto, anche, a coloro che sono alle prime armi con i giochi di ruolo.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium