ELEZIONI COMUNE DI CUNEO
 / Attualità

Attualità | 29 gennaio 2021, 13:42

Attività in montagna e colori delle zone: tutti i chiarimenti e le indicazioni del CAI

Il chiarimento nella risposta della lettera inviata una settimana fa al Ministero

Attività in montagna e colori delle zone: tutti i chiarimenti e le indicazioni del CAI

Il 21 gennaio scorso la Presidenza del CAI (Club Alpino Italiano) aveva inoltrato una lettera alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e al Ministero dell’Interno, per avere chiarimenti sulla possibilità di poter svolgere le attività sportive in montagna in zona arancione sconfinando dal proprio Comune nel caso non fosse possibile praticarle entro i confini dello stesso. 

Una settimana dopo giunge la risposta dal Vice capo di Gabinetto del ministero, Paola Formicola che precisa: "In area gialla l’attività motoria e quella sportiva hanno solo il limite del confine regionale o della Provincia autonoma. In area arancione è consentita attività sportiva in altro comune, purché nella stessa Regione o Provincia autonoma, alla tassativa condizione che difettino, nel proprio comune, le condizioni perché l’attività possa compiersi. In area rossa l’attività sportiva è limitata al solo territorio comunale“.

Inoltre il Cai chiarisce che nelle Regioni arancioni è possibile lasciare il proprio comune, qualora non sia un territorio montano, per svolgere quelle attività in montagna equiparate ad attività sportiva, sono escluse per tale ragioni “gite e passeggiate". 

  • in area gialla è possibile recarsi in un altro Comune, dalle 5 alle 22, per fare attività motoria o sportiva, purché si trovi nella stessa Regione o Provincia autonoma (quest’ultima limitazione è prevista fino al 15 febbraio 2021);
  • in area arancione è possibile recarsi in un altro Comune, dalle 5 alle 22, per fare attività sportiva solo qualora questa non sia disponibile nel proprio Comune (per esempio, nel caso in cui non ci siano campi da tennis), purché si trovi nella stessa Regione o Provincia autonoma;
  • in area rossa è consentito svolgere l’attività sportiva esclusivamente nell’ambito del territorio del proprio Comune, dalle 5 alle 22         

Il Club Alpino Italiano precisa:

- in area gialla l’attività motoria e quella sportiva hanno solo il limite del confine regionale o della Provincia autonoma

- in area rossa l’attività sportiva è limitata al solo territorio comunale

- in area arancione è consentita attività sportiva in un altro Comune, purché nella stessa Regione o Provincia autonoma, alla tassativa condizione che difettino, nel proprio Comune, le condizioni perché l’attività stessa possa compiersi

Inoltre lo spostamento al di fuori del territorio comunale (ma in ambito regionale) è consentito laddove:

- non si risieda in area rossa;

- il territorio comunale non sia “montano” e non consenta le attività sportive di cui al quesito posto, se in area arancione;

- si risieda in area gialla

Al di fuori del proprio Comune è consentita solo ed esclusivamente l’attività sportiva e non la semplice gita o la passeggiata. Lo spostamento deve limitarsi all’attività stessa, con rientro nel proprio Comune immediatamente dopo averla praticata, tutto nel pieno rispetto delle altre regole generali che attengono l’attività sportiva (esercizio in forma individuale; rispetto della distanza di almeno due metri; divieto tassativo di assembramento). 

Tiziana Fantino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium