/ Attualità

Attualità | 29 gennaio 2021, 14:45

Giro d’Italia 2021: Canale candidata per l’arrivo della terza tappa

Dopo la Alba-Sestriere dello scorso ottobre, le colline di Langhe e Roero si preparano a tornare protagoniste alla 104ª edizione della corsa rosa

La partenza della tappa Alba-Sestriere dello scorso 24 ottobre

La partenza della tappa Alba-Sestriere dello scorso 24 ottobre

Come sempre l’ufficialità arriverà solamente con la presentazione che Rcs Sport dovrebbe tenere a giorni, il prossimo 4 febbraio, ma la pista che vede Canale candidata a comparire nel programma della 104ª edizione del Giro d’Italia è di quelle che meritano credito.

Più di un indizio sembra infatti confermare come la capitale del Pesco sia al momento la più probabile candidata a ospitare l’arrivo della terza tappa della corsa, l’ultima di una "Grande Partenza" che – lo ha confermato nei giorni scorsi l’assessore regionale allo Sport Fabrizio Ricca – quest’anno vedrà il Piemonte assoluto protagonista, dopo che l’ipotesi di recuperare la partenza dall’Ungheria programmata lo scorso anno è stata nuovamente posticipata a tempi migliori.

Il percorso 100% italiano che caratterizzerà la corsa in programma dall'8 al 31 maggio dovrebbe quindi prendere il via da Torino e da qui la carovana rosa dovrebbe proseguire domenica 9 con partenza da Santena (o da Stupinigi, nel caso la prima località diventasse partenza della cronometro del primo giorno, in quel caso col capoluogo regionale a fare da arrivo) e arrivo a Novara.
Lunedì 10 maggio, nella sua terza giornata in terra sabauda (prima di ritornare in Piemonte per le battute finali), i 176 corridori ammessi alla competizione saranno invece attesi dalla tappa che con tutta probabilità prenderà il via da Biella per tagliare il traguardo proprio nel centro roerino.

Come si diceva le conferme sono rinviate alla presentazione ufficiale in via di organizzazione da parte di Rcs Sport. Come d’abitudine quando si parla del Giro, la consegna del silenzio su quello che ne sarà il percorso è infatti massima. Una regola che in questi giorni vale in quel Canale, dove l’Amministrazione guidata dal sindaco Enrico Faccenda nulla fa trapelare, come a nessuna conferma né smentita si presta il responsabile Rcs per la provincia di Cuneo, Sergio Trossarello, che rimanda ogni informazione al post presentazione.

Ma se, come molto probabile, le indiscrezioni di questi giorni troveranno conferma, le colline di Langhe e Roero potranno prepararsi a godere di un nuovo grande momento di sport, dopo quello vissuto pochi mesi fa con la partenza della Alba-Sestriere, penultima tappa del Giro 2020, inizialmente fissata per il maggio scorso e poi slittata a ottobre per le ben note vicende legate all’emergenza sanitaria.

Al maggio del Giro mancano ancora un centinaio di giorni. La speranza, nel frattempo, è ovviamente quella che un simile lasso di tempo sia sufficiente per consentire di arrivarci in un contesto almeno in parte migliore di quello che negli ultimi dodici mesi ha frenato i tanti eventi organizzati anche sul nostro territorio.

Ezio Massucco

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium