/ Attualità

Attualità | 17 febbraio 2021, 11:05

L'Unione Montana Alpi Marittime condanna la chiusura degli impianti sciistici: “Una vergogna e una mancanza di rispetto” (VIDEO)

Riunione di Giunta martedì 16 febbraio. Al tavolo i sindaci di Limone Piemonte, Robilante, Vernante, Roccavione ed Entracque. Riberi: "Inconcepibile!" Pepino: "Non si tratta neanche più di ristori ma di veri e propri danni”. Burzi: "Quando verrà meno il blocco licenziamenti temo che la situazione sarà più grave di quanto immaginiamo"

L'Unione Montana Alpi Marittime condanna la chiusura degli impianti sciistici: “Una vergogna e una mancanza di rispetto” (VIDEO)

 

Martedì 16 febbraio si è riunita la Giunta dell'Unione Montana Alpi Marittime nella sede di Robilante.

Al tavolo il presidente Massimo Riberi, sindaco di Limone Piemonte e i primi cittadini di Entracque Gian Pietro Pepino, di Robilante Massimo Burzi, di Vernante Gian Piero Dalmasso e di Roccavione Germana Avena.

Inevitabile affrontare l'argomento della chiusura degli impianti sciistici a poche ore dalla loro riapertura.

Guarda le interviste video:


Il sindaco di Limone Piemonte Massimo Riberi: “Chiudere gli impianti a poche ore dalla riapertura non è concepibile. Non c'è rispetto verso le persone e verso la comunità. Limone avrebbe aperto il 20 febbraio gli impianti della Lift, un ritardo di pochi giorni per organizzarci con i parcheggiatori visto che abbiamo ancora problemi di viabilità legati all'alluvione. Ma il Maneggio avrebbe aperto lunedì 15 febbraio ed era già stato ingaggiato il personale”.

Il sindaco di Entracque Gian Pietro Pepino: “Questa è una mancanza di rispetto che non ci aspettavamo da un nuovo Governo che doveva rappresentare discontinuità con il passato. Io non scendo nel merito della questione epidemiologica, ma non si puà chiudere la sera per la mattina. È una vergogna. Non si tratta neanche più di ristori ma di veri e propri danni”.

Il sindaco di Robilante Massimo Burzi: “Le persone che lavorano nell'indotto del comparto sciistico sono in difficoltà soprattutto per l'incertezza sul futuro. Finchè c'è il blocco licenziamenti va bene, ma nel momento in cui viene meno, la visione reale sulle problematiche sarà chiara e forse peggiore di quello che ci immaginiamo”.

Il sindaco di Vernante Gian Piero Dalmasso: "E' stata gestita malissimo la situazione. Non bastano più i ristori e le promesse ma bisogna concretizzare i rimborsi per le società e l'indotto che stanno davverosoffrendo. Tutta la valle ha subito il contraccolpo, fino a Cuneo. Noi abbiamo anche la pista da fondo che ha tenuto. Ma gli impianti di risalita sono una ricchezza e un valore aggiunto per tutta la Valle".

 

mazzariello - simonelli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium