/ Economia

Economia | 20 febbraio 2021, 07:00

Furti in esercizi commerciali: le statistiche della provincia di Cuneo

I furti negli esercizi commerciali sono un problema annoso che si riscontra da Nord a Sud, una delle minacce più concrete che gli imprenditori che gestiscono negozi e analoghe attività devono essere in grado di fronteggiare.

Furti in esercizi commerciali: le statistiche della provincia di Cuneo

I furti negli esercizi commerciali sono un problema annoso che si riscontra da Nord a Sud, una delle minacce più concrete che gli imprenditori che gestiscono negozi e analoghe attività devono essere in grado di fronteggiare.

Ma qual è, da questo punto di vista, la situazione della provincia di Cuneo? Una risposta precisa può esser data consultando il report Indice di Criminalità pubblicato da Il Sole 24 Ore e consultabile a questo link.

Le statistiche della provincia di Cuneo

In quest’interessante studio sono fornite delle statistiche riguardanti diverse tipologie di reato consumatesi nelle diverse province italiane nel 2020 come anche negli anni precedenti, possiamo dunque scoprire quali sono i dati numerici della provincia di Cuneo relativamente ai furti in esercizi commerciali.

Possiamo sottolineare subito che la nostra provincia si colloca in una posizione di classifica piuttosto buona su scala nazionale: in relazione al numero di furti di questo tipo, infatti, Cuneo è al settantottesimo posto sulle 106 province italiane.

Nello specifico, Il Sole 24 Ore ha messo in evidenza che in provincia di Cuneo si sono verificati 70,2 furti presso esercizi commerciali ogni 100.000 abitanti, una cifra, dunque, relativamente bassa.

Le prime e le ultime province della classifica

I numeri delle province che registrano i numeri più alti, d’altronde, sono ben distanti: al primo posto di questa speciale classifica c’è Firenze, dove si verificano ben 272,7 furti ogni 100.000 abitanti, seguono Milano con 264,7 e Bologna con 255,0.

Autentici “paradisi” sono, da questo punto di vista, Potenza, con appena 22,2 furti in esercizi commerciali su 100.000 abitanti, Avellino con 27,3 e Nuoro con 31,4.

Le caratteristiche dei dati presentati

A livello statistico è molto interessante che il numero dei reati non sia un valore assoluto, ma sia bensì rapportato alla popolazione delle varie province.

Bisogna ovviamente considerare che sono stati considerati solo i reati per i quali si è sporto denuncia, di conseguenza è verosimile immaginare che in tutte le province italiane il reale numero di furti presso esercizi commerciali sia più alto, se si includono anche gli episodi non rilevati e quelli per cui non si è sporto denuncia.

Proteggere i negozi è sempre fondamentale

Le attività commerciali di Cuneo, dunque, non devono allarmarsi oltremodo, ma questo non significa che la minaccia non sia presente; nello studio in questione, d’altronde, si evidenzia come nel cuneese si siano registrate durante l’anno 412 denunce per questo genere di reati.

Mai come oggi, d’altronde, basta davvero poco per mettere in sicurezza un punto vendita, a prescindere da quali siano le sue dimensioni.

Fondamentale è, in quest’ottica, installare un sistema di videosorveglianza: in commercio ne sono disponibili tantissimi dalle più disparate funzioni, includendo anche i moderni modelli gestibili in maniera domotica, e per individuare i prodotti dal miglior rapporto qualità-prezzo può essere utile visionare guide d’acquisto autorevoli quali quelle presenti nel portale chimerarevo.com.

Altrettanto utili possono essere i sistemi antitaccheggio, soluzioni adatte soprattutto per negozi di grandi dimensioni, senza trascurare soluzioni tradizionali come può essere ad esempio assumere degli addetti alla sicurezza o avvalersi del supporto di società di vigilanza.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium