/ Attualità

Attualità | 23 febbraio 2021, 10:36

A Niella Tanaro sopralluogo della Regione e di AIPO nelle zone danneggiate dall'alluvione (FOTO)

Prioritario intervento per mettere in sicurezza le persone e le attività. Nelle prossime settimane si terrà un tavolo di confronto tra i vari enti interessati

Il sopralluogo

Il sopralluogo

Si continua a lavorare per mettere in sicurezza il territorio al fine di evitare il ripresentarsi di eventi alluvionali come quelli dello scorso ottobre 2020 che hanno gravemente danneggiato paesi e attività. 

Nel pomeriggio di ieri, lunedì 22 febbraio, la Regione Piemonte, rappresentata da Franco Graglia, vice presidente del consiglio regionale e Marco Gabusi, assessore regionale ai Trasporti, Infrastrutture, Opere pubbliche, Difesa del suolo, Protezione civile,  insieme al dott. Zanichelli di AIPO e ai sindaci di Niella Tanaro e Cigliè ha effettuato un sopralluogo nelle aree più colpite dall'esondazione del Tanaro, analizzando in particolare la situazione della strada delle Ghiare.

Un'area che si sviluppa ai due lati del fiume, interessando appezzamenti di terreno del comune di Cigliè e di Niella Tanaro in cui sorge anche il Molino Tomatis, una delle aziende più danneggiate del paese che, ad ottobre, è stata letteralmente sommersa dall'acqua. 

Tecnici e Regione hanno mostrato grande disponibilità nell'individuare una soluzione che metta in sicurezza prima di tutto le persone e le aziende che si trovano in questa zona.

"L'incontro di ieri è stato positivo" - commenta il sindaco Gian Mario Mina - "La Regione ha capito quali sono le problematiche di quest'area e ha mostrato la sua disponibilità nell'aiutarci a trovare una soluzione". 

Nelle prossime settimane i rappresentanti dei vari enti convocheranno un tavolo di confronto per valutare le possibilità di intervento.

Arianna Pronestì

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium