/ Monregalese

Monregalese | 23 febbraio 2021, 11:04

Ceva: "fantomatico" avvocato sotto accusa

Contestatigli dalla Procura i reati di di appropriazione indebita aggravata e falsità in scrittura privata

Ceva: "fantomatico" avvocato sotto accusa

Si è svolto negli scorsi giorni il procedimento penale al Tribunale di Cuneo a carico di un uomo, G.S, classe 1954, sotto accusa di appropriazione indebita aggravata e falsità in scrittura privata.

Secondo l’accusa, l’imputato nel 2014 approfittando del suo ruolo di segretario e tesoriere di un’associazione Onlus con sede a Frabosa Sottana, si sarebbe appropriato di un assegno tratto dal conto corrente intestato all’associazione, presso una banca di l Mondovì. Incassandolo in una filiale di Ceva, l’avrebbe successivamente compilato nell’importo di 3280euro e avrebbe anche falsificato la firma del Presidente dell’associazione, costituitosi parte civile nel procedimento.

L’assegno sarebbe stato poi consegnato ad una commerciante che gestiva una tabaccheria a Torino, alla quale l’imputato, una decina di anni prima, si era presentato come fantomatico avvocato. “L’assegno mi era stato dato in pagamento di un debito del valore di 3280euro e risultava firmato dal Presidente della Onlus, che era il braccio destro di G.S. L’imputato mi stava facendo depositare 25mila euro su una onlus fasulla. In quell’occasione un altro avvocato aveva scoperta che in verità lui non lo era. Quando ho appreso che l’assegno era scoperto, ho tentato invano di mettermi in contatto con l'imputato, ma lui è sparito” ha dichiarato la donna.

L’udienza è stata rinviata al primo aprile per l’escussione di altri testimoni.

CharB.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium