/ Attualità

Attualità | 24 febbraio 2021, 12:00

180 sanzioni nel 2020 della Polizia locale di Verzuolo

Il bilancio delle attività del Comando guidato da Daniele Beltrame. L’anno scorso l’entrata in servizio del giovane agente Lorena Cavaglià

Alcune immagini dell'operato della Polizia locale di Verzuolo: il posto di blocco di marzo, il comandante insieme al sindaco Panero, una partuglia sotto il Municipio e il sopralluogo per il drive-in dei tamponi rapidi

Alcune immagini dell'operato della Polizia locale di Verzuolo: il posto di blocco di marzo, il comandante insieme al sindaco Panero, una partuglia sotto il Municipio e il sopralluogo per il drive-in dei tamponi rapidi

Ci sono anche quattro sanzioni per “violazione alle norme sull’ospitalità degli stranieri” nel bilancio dell’operato del 2020 della Polizia locale di Verzuolo.

Un anno anche qui caratterizzato dall’emergenza epidemiologica dovuta alla pandemia da Covid-19.

Ma che comunque non ha fermato l’attività del Comando di Polizia locale verzuolese, agli ordini del commissario Daniele Beltrame. Insieme al comandante, compongono l’organico della Polizia locale tre agenti: gli ispettori Antonio Previti e Valter Bertola e l’agente Lorena Cavaglià.

Lorena Cavaglià ha preso servizio a Verzuolo proprio nel corso del 2020. Il Comune l’ha assunta attingendo dalla graduatoria del Comune di Villanova d’Asti. La Cavaglià, 21 anni, è residente a Cavallerleone. “Ha iniziato in uno dei momenti più difficili per il mondo intero, la pandemia – così l’aveva accolta il sindaco Gian Carlo Paneroma la sua determinazione e giovane età non potranno che portare benefici alla comunità verzuolese”.

La Cavaglià, attualmente, è impegnata con il corso regionale di formazione, tassello fondamentale per tutti gli agenti di Polizia locale, chele permetterà, al termine del percorso di formazione, di essere a tutti gli effetti operativa sul campo.

Nel campo dell’emergenza pandemica, durante il primo lockdown di marzo 2020, la Polizia locale di Verzuolo era scesa in campo con una serie di controlli stradali in merito agli spostamenti (che in quei mesi erano consentiti solo per motivi di salute, urgenze o stati di necessità).

La pattuglia aveva effettuato posti di controllo sulle arterie stradali cittadine, verificando se gli utenti della strada si stessero spostando per comprovati motivi. Sempre la Polizia locale, di concerto con Amministrazione, uffici, e realtà di volontariato, aveva seguito i sopralluoghi per l’allestimento della postazione “drive-in” per i tamponi rapidi, in piazza Martiri della Libertà.

Complessivamente, invece, sono state 180 le sanzioni elevate dalla Polizia locale verzuolese, l’anno scorso: 4, come anticipato, per “violazioni alle norme sull’ospitalità degli stranieri”, 169 per violazioni al Codice della strada, 7 per “violazioni alle norme sul conferimento dei rifiuti”.

Al contempo, gli agenti hanno rilevato undici incidenti stradali.

In materia di accertamenti, corposa la mole di lavoro per le verifiche di residenza (331), per i controlli disposti dall’Ufficio Immigrazione della Questura di Cuneo, al fine del rilascio del permesso di soggiorno (58) e le notifiche (177).

Numerose anche le comunicazioni di ospitali di stranieri (453).

La Polizia locale di Verzuolo è poi stata chiamata ad intervenire anche per 18 animali randagi sul territorio comunale e per la rimozione di 3 carcasse di animali selvatici morti, rinvenute sul ciglio della strada.

Ni.Ber.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium