/ Monregalese

Monregalese | 25 febbraio 2021, 08:34

Presunta aggressione ad Hallowen nei bagni di una discoteca nel monregalese, denunciato 21enne

I fatti si sarebbero verificati nel 2018. In aula, sono stati sentiti i testimoni delle parti, della pubblica accusa e l’imputato è stato sottoposto all’esame

Foto generica

Foto generica

Si è aperta l’istruttoria dibattimentale al Tribunale di Cuneo del procedimento penale a carico di un giovane che durante la serata trascorsa in compagnia di tre amici, avrebbe aggredito e picchiato un uomo, costituitosi parte civile. In aula, sono stati sentiti i testimoni delle parti, della pubblica accusa e l’imputato è stato sottoposto all’esame.

L’aggressione contestata ha provocato alla presunta vittima, che quella sera era in compagnia della fidanzata, una gamba rotta ed una prognosi di circa 50 giorni. L'episodio si sarebbe verificato nell’antibagno del locale. “Arrivati ai servizi ho notato un gruppo di 4/5 persone, fra cui l’imputato, in stato alterato che stavano spingendo altre persone in coda in bagno -ha raccontato la parte civile-. Nella confusione sono partiti insulti nei confronti della mia compagna. Ho chiesto spiegazioni su cosa stesse succedendo e da lì il ragazzo mi ha messo le mani in faccia e al collo, poi mi ha spinto all’indietro. Nel frattempo sono stato aggredito da altre persone. Ho sentito un forte dolore alla gamba. Sono crollato per terra e mi hanno di nuovo picchiato. Suppongo sia stato l'imputato a darmi un calcio, che è caduto a terra con me. Dopo poco è intervenuta la mia fidanzata, che è stata colpita alla schiena: presumo le abbiano tirato un calcio. L’aggressione si è esaurita con l’intervento della sicurezza del locale. Hanno preso il ragazzo e l’hanno portato via”.

In aula era presente anche la fidanzata della presunta vittima che ha confermato l’accaduto.

Secondo i testimoni della difesa, sarebbero stati quattro ragazzi di origine albanese a picchiare l’uomo. Interrogato dal suo difensore e poi dal pm, l'imputato si è sottoposto all’esame raccontando quella che sarebbe la sua versione. “Appena siamo entrati in discoteca, l’amica che era con noi ci ha chiesto di accompagnarla in bagno. Senza volerla ho dato una spallata alla fidanzata del ragazzo – ha dichiarato il 21enne. C’era molta gente. Lui è venuto verso di me e mi ha spinto. Siamo caduti a terra e i buttafuori mi hanno portato via. Io non ho insultato nessuno. Mentre stavo uscendo ho incontrato un ragazzo albanese, non so chi sia, che ha picchiato l’uomo dicendomi che mi avevano aiutato credendo fossi un loro connazionale. Presumo che il calcio alla gamba gliel’abbia dato uno di loro”.

L'udienza è stata aggiornata per prosieguo e discussione.

CharB.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium