/ Attualità

Attualità | 27 febbraio 2021, 10:51

A Mondovì 1 milione di euro per la messa in sicurezza dei ponti cittadini e di strada Valle Ellero

Il comune rientra tra i destinatari dei contributi assegnati dal Ministero dell'Interno. Il sindaco: “Grato alla mia squadra, colta una grande opportunità"

A Mondovì 1 milione di euro per la messa in sicurezza dei ponti cittadini e di strada Valle Ellero

Anche Mondovì è inclusa nell'elenco dei comuni che, come stabilito con decreto del Ministero dell’Interno del 23 febbraio 2021, sono risultati assegnatari dei contributi destinati alla realizzazione di interventi relativi ad opere pubbliche di messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico e di edifici ed infrastrutture comunali.

La città del Belvedere riceverà 1 milione di euro, da Roma, per “opere pubbliche di messa in sicurezza degli edifici e del territorio”.

La notizia è stata confermata nelle scorse ore anche dall’Uncem e per Mondovì questo  significa importanti interventi di messa in sicurezza della viabilità e, soprattutto, dei ponti cittadini in centro e non solo. 

“Avere i progetti nel cassetto, pronti dal 2018, equivale ad avere un biglietto per ogni treno che passa” - commenta così il sindaco di Mondovì, Paolo Adriano“Sono grato alla mia squadra, perché amministrare bene significa individuare quali siano i bisogni della città. Come è noto, le risorse comunali per le “grandi opere” non ci sono ed occorre, dunque, la capacità e la lungimiranza di intercettarle presso enti superiori, nazionali o europei. Finalmente, dopo tanti anni, si mette mano a problemi da sempre trascurati: queste sono le cose importanti per i cittadini, ai quali interessano i fatti, meno le sterili polemiche politiche”.

Si tratta di 200 mila euro per la strada Valle Ellero, arteria importante anche per Pascomonti, che oggi è spesso interessata da problemi in caso di piogge intense.

I residui 800 mila daranno la possibilità di intervenire con opere di messa in sicurezza idrica sui ponti di via Oderda al Borgato, Madonnina e Località Longana.

“Gli studi di fattibilità commissionati nel 2018 stanno dando i loro frutti, segno che è stato interpretato il filone corretto, poi finanziato dal Ministero: la sicurezza” - dichiara Sandra Carboni, assessore ai lavori pubblici. 

Arianna P.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium