/ Attualità

Attualità | 04 marzo 2021, 14:20

Dalla Regione oltre 2 milioni per la Granda, Demarchi (Lega): “Sinergia tra enti a favore del territorio”

Le risorse serviranno per la sistemazione e il miglioramento di infrastrutture stradali, cimiteriali, municipali e reti di illuminazione pubblica. La mappa dei contributi nel Cuneese

Il consigliere regionale Paolo Demarchi con l'assessore regionale Marco Gabusi

Il consigliere regionale Paolo Demarchi con l'assessore regionale Marco Gabusi

Il Cuneese avrà oltre 2 milioni e 200 mila euro dalla Regione Piemonte per il cofinanziamento al 50% (l'altramerà sarà a carico dei Comuni) per la realizzazione di opere stradali, cimiteriali, municipali e di illuminazione.

"Il bando per la richiesta dei contributi regionali per il cofinanziamento delle opere pubbliche anche quest’anno – spiega il consigliere regionale cuneese Lega, Paolo Demarchi porta cifre notevoli al nostro territorio, che dopo tanti anni di immobilismo potrà finalmente realizzare interventi importanti per i Comuni”.
Demarchi ha poi illustrato l'elenco di Comuni che riceveranno il contributo regionale.

Santo Stefano Belbo 109.585 euro, Villafalletto 136.000, Polonghera 30.000, Bene Vagienna 45.500, Guarene 48.537, Govone 50.000, Moretta 60.000, Pocapaglia 65.000, Magliano Alfieri 75.000, Bernezzo 75.000, Sanfrè 80.000, Caramagna Piemonte 80.000, Oncino 9.000, Argentera 16.000, Stroppo e Faule 22.500, Montezemolo 23.419, Castelnuovo di Ceva 25.000, Cerretto Langhe 25.000 come Montelupo Albese e Torre San Giorgio, Cavallerleone 26.500, Cravanzana 26.850, Sale delle Langhe 30.000, Rocca Cigliè 40.000, Castellinaldo 42.500, Crissolo 46.000, Albaretto della Torre 49.000, Castellino Tanaro 49.000, Villanova Solaro 75.000, Vinadio 80.000, Cossano Belbo 80.000, Sale San Giovanni 20.000, Borgomale 41.801, Piozzo 65.000, Torre Mondovì, Murello e Sampeyre 80.000, Prunetto 65.000 e infine Pontechianale 49.000.

Un respiro per le casse comunali – conclude Demarchi - grazie alla legge regionale 18/84, che prevede contributi alle amministrazioni comunali per la sistemazione ed il miglioramento di infrastrutture stradali, cimiteriali, municipali e reti di illuminazione pubblica. I Comuni che si sono aggiudicati il contributo, per la viabilità comunale potranno eseguire lavori di manutenzione straordinaria, sistemazione e nuova costruzione di strade comunali o intercomunali, ponti, guadi, marciapiedi e parcheggi.

Per l’edilizia municipale sono inclusi lavori di manutenzione straordinaria, sistemazione, adeguamento, ampliamento e nuova costruzione del luogo dove si svolgono le attività istituzionali del comune.

Per l’edilizia cimiteriale sono finanziati lavori di manutenzione straordinaria, sistemazione, ampliamento e nuova costruzione dei cimiteri.

Per l’illuminazione pubblica, infine, sono previsti lavori di adeguamento, rinnovo, ampliamento e nuova costruzione degli impianti.

Ancora una volta la sinergia tra enti locali nel cuneese funziona e porta frutti che i cittadini dei nostri territori nei prossimi anni potranno meritatamente godere”.

“Una legge regionale che era stata messa da parte dai nostri predecessori - commenta insieme al consigliere regionale Matteo Gagliasso - e che invece è diventata un tesoretto a cui i comuni possono attingere per realizzare progetti importanti per i cittadini e per il territorio”

“Sono trenta i Comuni cuneesi con popolazione inferiore o pari a mille abitanti, per i quali il contributo regionale arriva fino a 80mila euro - proseguono Demarchi e Gagliasso- e altri 13 i Comuni con più di mila abitanti, il cui contributo è previsto fino a euro 160mila euro. Ancora una volta il lavoro di chi rappresenta e conosce il territorio dimostra di essere un investimento che ritorna, in un momento in cui i piccoli Comuni hanno bisogno di essere tutelati, incentivati e supportati”.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium