/ Sanità

Sanità | 05 marzo 2021, 09:30

A Paesana uno degli hotspot per i vaccini anti-Covid in zona rossa

Sarà allestito nella sala incontri di via Roma. Il sito già oggetto di sopralluogo congiunto tra Comune, Asl Cn1 e Protezione civile. Le date delle vaccinazioni (si prevedono tre giornate) in corso di definizione

L'ingresso della sala incontri di Paesana

L'ingresso della sala incontri di Paesana

Come annunciato nel nostro articolo di ieri (4 marzo), l’Asl Cn1 è al lavoro per l’allestimento di una serie di centri vaccinali periferici nei Comuni delle Valli Po e Infernotto dove è stata istituita – dalle 19 del 3 marzo – la zona rossa.

L’obiettivo è ridurre la minimo la circolazione lungo la vallata da e per l’ospedale di Saluzzo, sino ad ora centro vaccinale di riferimento. L’Asl punta a creare hotspot sul territorio, per un’azione mirata e capillare di vaccinazione.

Tra i Comuni individuati, anche Paesana.

Qui la sede del centro vaccinale sarà allestita, come conferma il sindaco Emanuele Vaudano, all’interno della sala incontri di via Roma. I locali sono già stati oggetto, mercoledì, di un sopralluogo congiunto tra Amministrazione, Polizia locale, ufficio tecnico, Protezione civile e Asl Cn1.

Da quanto ne è emerso, nulla osta all’allestimento del centro vaccinale nella sala incontri, in pieno centro paese e disposta interamente al piano terra, senza barriere architettoniche. Qui partirà – le date sono ancora in fase di definizione – la campagna vaccinale, per il bacino d’utenza che (si presuppone) comprenderà, oltre a Paesana, anche Sanfront e l’alta Valle Po.

Seguendo quelle che sono le indicazioni del piano vaccinale, i primi ad essere vaccinati saranno gli over 80. La gestione delle convocazioni degli anziani che hanno aderito alla campagna vaccinale è in capo ovviamente all’Asl Cn1.

Il Comune è al lavoro per predisporre la sala e, durante i giorni di vaccinazione (si presuppone siano tre giornate) si avvarrà della collaborazione della Protezione civile e della Croce rossa. Gli anziani, un volta all’interno della sala, prima si presenteranno all’area accettazione, poi verranno sottoposti a vaccinazione ed infine attenderanno in un’area di osservazione. Un percorso obbligato al termine del quale, poi, potranno lasciare la sala e tornare a casa.

Nicolò Bertola

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium