Backstage - 19 marzo 2021, 09:27

Backstage rivedi la puntata: infrastrutture, la Granda attende ma la politica c’è?

Asti-Cuneo: bagarre sul progetto del lotto 2.6 tra il senatore Perosino (FI) e Cuniberto (Odp Langhe e Roero). Tenda: lunedì incontro con il viceministro Morelli, Bongioanni (FdI): “Tutti i politici devono esserci”

Backstage rivedi la puntata: infrastrutture, la Granda attende ma la politica c’è?

Dibattito accesso durante l'ultima puntata di Backstage sulla questione delle grandi infrastrutture della Granda: dall’Asti Cuneo al Tenda.

In studio Gian Maria Aliberti Gerbotto insieme al giornalista Giampaolo Testa hanno condotto la trasmissione tramite collegamento online con alcuni rappresentanti della politica e delle associazioni a tutela del territorio: Paolo Demarchi, consigliere regionale (Lega), Ivano Martinetti, consigliere regionale (Movimento 5 Stelle), Paolo Bongioanni consigliere regionale (FDI), Marco Perosino, senatore (FI) e Cesare Cuniberto, Osservatorio per la Tutela del Paesaggio di Langhe e Roero (Odp Langhe e Roero).

La discussione si è accesa in modo particolare sulla questione dell’Asti Cuneo e sul progetto che riguarda il secondo lotto, tra Verduno e Cherasco, dove inizialmente era previsto un tunnel e ora si prevede un tracciato con viadotti. Soluzione che non convince del tutto l’Odp Langhe e Roero, come ha spiegato il rappresentante Cesare Cuniberto: “Il tunnel sarebbe una soluzione ottimale, non è invasiva e sarebbe conclusa nell’arco di quattro anni, perché i politici non la considerano?”. Il senatore Marco Perosino però non d’accordo e ha spinto sulla necessità di concludere al più presto l’opera dopo anni di ritardi: “Mi sembra che voi ambientalisti siate un po’ bastian contrari, l’Asti Cuneo va finita!”. Un progetto di cui il consigliere regionale Ivano Martinetti ha rivendicato la paternità pentastellata: “Credo che per l’impegno del Governo Conte e della Ministra Dadone non sia esagerato definirla l’autostrada delle stelle”.

Sul Tenda è intervenuto il consigliere regionale Paolo Bongioanni che ha ricordato l’arrivo del viceministro Alessandro Morelli lunedì 22 marzo: “Dobbiamo individuare il Commissario per poter concludere la seconda canna del tunnel”, per poi tornare su un’altra questione importante che coinvolge la Granda e le sue infrastrutture, il turismo. “Da maggio speriamo di ripartire con un turismo di prossimità”. 

Importante anche la riapertura del casello di Marene che consentirebbe di limitare l’”isolamento” del saluzzese e della capitale del Marchesato, come ha ribadito il consigliere regionale Paolo Demarchi: “Manca pochissimo, sono in corso gli ultimi interventi, ma sarà riaperto tra fine mese e metà aprile”.

Anche questa settimana, l’editoriale del banchiere Beppe Ghisolfi ha fatto il punto sull'argomento specifico della serata, fornendo preziosi spunti di riflessione per il dibattito. E Danilo Paparelli ha chiuso la trasmissione con la sua vignetta. Le sigle di apertura e chiusura del programma sono state realizzate e composte da Enrico Sabena. La regia è di Raffaele Massano. 

cgallo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU