ELEZIONI REGIONALI
 / Attualità

Attualità | 23 marzo 2021, 11:45

Scuole chiuse per la terza settimana, la prof Masoero continua la sua protesta a Cuneo

Stamattina era in piazza Galimberti, assieme ad un gruppetto di studenti. Sono tutti collegati ad un computer, ma all'aperto

Scuole chiuse per la terza settimana, la prof Masoero continua la sua protesta a Cuneo

Cresce in tutta Italia la protesta contro le scuole chiuse. Le manifestazioni di domenica scorsa a Cuneo e ad Alba, in contemporanea con altre decine di piazze sparse per il Paese, erano autorizzate e sorvegliate dalle forze dell'ordine, che hanno vigiliato sul rispetto delle norme. Lo ricordiamo, stanti le mille polemiche che ne sono seguite.

Autorizzate come le altre manifestazioni che si sono succedute in questi mesi. Ricordiamo quella dei ristoratori, degli ambulanti o del comparto wedding. Molte sono avvenute in zona rossa, esattamente come quella sulla scuola di domenica 21 marzo, alla quale hanno partecipato più di 500 persone.

Ma continua anche la protesta della prof di arte del liceo scientifico di Cuneo che, dall'inizio dell'anno scolastico, ha fatto la didattica a distanza ma all'aperto. per cinque settimane davanti all'ingresso dell'istituto in cui insegna. Adesso, per la terza settimana, la fa in giro per la città. Oggi è in piazza Galimberti, assieme ad alcuni studenti che si sono associati alla sua forma di resistenza.

Sono tutti distanziati, all'aperto, con mascherina e tutti seguono la lezione collegati ad un computer. Nel pieno rispetto delle norme, perché nessuno nega la pandemia, anzi. Si nega il fatto che la scuola sia un luogo di contagio e, soprattutto, se ne richiede l'apertura in quanto l'istruzione è un diritto costituzionale, al pari di quello alla salute. E va salvaguardato e difeso. Perché, come ha sempre sostenuto la prof Sara Masoero, la Dad è un supporto ma non può in alcun modo sostituirsi alla didattica in presenza. 

 

bs

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium