/ Politica

Politica | 30 marzo 2021, 19:41

Savigliano, bagarre Portolese-Bressi: il Pd lava "i propri panni" in Consiglio comunale

Portolese: “Sfiduciato per le mire politiche della consigliera”. Bressi: “Non si è favorito nessuno. Non era in grado di portare avanti l'incarico”

Savigliano, bagarre Portolese-Bressi: il Pd lava "i propri panni" in Consiglio comunale

La crisi intestina del gruppo di Maggioranza Partito Democratico è arrivata in Consiglio comunale. Nei giorni scorsi il consigliere Pasquale Portolese si era dimesso dal suo stesso gruppo in seguito alla comunicazione del Circolo che lo ha sfiduciato da capogruppo con la motivazione di “scarsa comunicazione”. (link qui)

Per l’ex capogruppo, il partito: “Ha aperto una crisi politico amministrativa per tramite dei suoi consiglieri, per favorire la Bressi - ha ribadito in Consiglio -. Voleva arrogarsi il diritto di fare la capogruppo, da inizio consigliatura, pur non avendone le capacità. Negli ultimi mesi sono stato ignorato in decine di incontri sulla sanità, nessun invito, nessun riscontro, neanche dal sindaco, io capogruppo dello stesso partito, con delega alla sanità. Completamente ignorato”.  

La risposta di Vilma Bressi non si è fatta attendere: “Purtroppo abbiamo cercato più volte in questi ultimi mesi il confronto col Consigliere Portolese, ma senza alcun esito. 

“La scelta - ha sottolineato Bressi - è stata fatta non per favorire la sottoscritta, ma perché il Consigliere non era in grado di portare avanti questo incarico in modo rappresentativo del Gruppo, da mesi non discuteva le sue prese di posizioni a nome del Pd, né comunicava con alcun componente il gruppo consigliare per qualsiasi altro aspetto della vita amministrativa”. 

Rammarico poi da parte della consigliera per la mancata solidarietà dopo gli attacchi rivolti a lei e alla collega Serena Mariano: “Portolese ha preferito sparire e rivolgersi ai giornali con attacchi personali di infimo ordine, in forte odore di misoginia, soprattutto rivolti a me e alla consigliera Mariano, ree probabilmente di non stare un passo indietro, attaccate come donne non all’altezza del ruolo”. 

La risposta degli altri Consiglieri e del Sindaco Ambroggio 

Da parte di Maggioranza e Minoranza diversi gli interventi per ringraziare il consigliere Portolese per il lavoro svolto in questi anni e per chiedere che comunque possa continuare a seguire la questione sanità. 

“Non entro in merito alle diatribe interne alla famiglia del Pd, due sono gli auspici che faccio - ha commentato il consigliere Marco Racca (Lega) - che il nuovo capogruppo continui a lavorare con noi con lo stesso stile e obiettività che ha contraddistinto Portolese e chiedo al sindaco che quest'ultimo possa a continuare a lavorare con noi vista anche la sua esperienza lavorativa nella sanità”. 

“Riconosco la legittimità di un gruppo ad agire come meglio crede, ma mi rattrista il metodo” ha aggiunto il consigliere Rocco Ferraro (La Nostra Savigliano).

"Questi problemi interni alla Maggioranza e nello specifico al Pd, possono portare verso una crisi di maggioranza che potrebbe quindi portare a elezioni anticipate" ha specificato Lillo De Lio (Savigliano 2.0). 

“Mi spiace che ci siano questi problemi nel mio partito - ha concluso il sindaco Giulio Ambroggio - Ringrazio l’amico Portolese per quello che ha fatto e per il suo contributo nella vicenda dell’ospedale, l’unico che aveva le competenze tecniche necessarie”.

 

Per la richiesta avanzata di continuare a far seguire le questioni sanitarie all’ex capogruppo, il sindaco rimette la decisione alla capigruppo: “Se la conferenza dei capigruppo ritiene che possa partecipare, potrà farlo”. 

chiara gallo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium