/ Politica

Politica | 31 marzo 2021, 16:10

Busca solidale: gli sforzi dell’amministrazione in favore dei soggetti più deboli della cittadinanza

L’assessore Beatrice Aimar: “Buoni spesa e aiuti alle imprese solo la punta dell’iceberg; abbiamo lavorato anche per favorire la campagna vaccinale degli anziani, rimuovere le barriere architettoniche e assicurare continuità ai servizi del centro diurno”

L'assessore Aimar con gli ospiti del centro diurno

L'assessore Aimar con gli ospiti del centro diurno

Nonostante il periodo pandemico non si è attenuata l’attenzione dell’amministrazione comunale di Busca per le fasce di popolazione e i soggetti più in difficoltà. E, come assicura l’assessore alle politiche sociali e giovanili Beatrice Aimar, “i buoni spesa che le famiglie più sofferenti hanno potuto sfruttare negli esercizi commerciali del territorio e gli aiuti alle imprese rimaste chiuse nel corso dell’ultimo anno sono soltanto la punta dell’iceberg”.

Abbiamo pensato per esempio che non tutti gli ultra 70enni buschesi, costretti come da piano vaccinale regionale a prenotarsi per le vaccinazioni tramite applicazione, potessero essere così tanto autonomi dal punto di vista tecnologico e abbiamo organizzato un servizio telefonico specifico per loro gestito dalla Croce Rossa di Busca. Il numero è 0171.945658, attivo dalle 8 alle 17 e dal lunedì al venerdì; ha già raccolto l’adesione di circa 100 persone ed è un servizio che si è rivelato essere particolarmente utile” ha aggiunto Aimar.

Sempre con la CRI abbiamo organizzato il trasporto gratuito verso i centri vaccinazione per i buschesi soli e in difficoltà che non possono materialmente contare su altri accompagnatori – prosegue l’assessore - . Inoltre, è ancora attivo sette giorni su sette con orario 8-20 il numero verde “amico degli anziani” 800767800: realizzato durante il primo lockdown con la ONLUS “Uscire Insieme”, offre un servizio di assistenza e sostegno alla domiciliarità per gli anziani over 65 autosufficienti e semi-autosufficienti, che potrebbero incontrare confusione e difficoltà nel districarsi tra le diverse opportunità erogate dagli enti in periodo pandemico”.

Gli sforzi dell’amministrazione hanno riguardato anche i 21 ospiti del centro diurno “Casa Amica”, impossibilitati a frequentarlo a tempo pieno ma con un’organizzazione “a bolle” simili a quelle della scuola dell’infanzia, con turni alternati. “Siamo stati contattati dal Consorzio Socio Assistenziale del Cuneese e abbiamo messo a disposizione i locali comunali di casa Francotto per permettere lo svolgimento delle attività, arrivando così ad assicurare la partecipazione degli ospiti dal lunedì al venerdì – ha aggiunto Aimar - . Attualmente in casa Francotto c’è un gruppo di cinque soggetti. Sappiamo bene quanto sia difficile per tutti noi stare chiusi in casa con molte restrizioni, ma per questi soggetti è ancora più complesso: per loro, frequentare il centro significa svolgere attività educative e relazionali importantissime, oltre a sgravare le famiglie dall’impegno di doverli accudire quotidianamente”.

Gli ospiti del centro diurno e della comunità Villa Ferrero gestita dalla cooperativa “Insieme a voi”, inoltre, verranno vaccinati a partire dalla prossima settimana.

Ultimo ma non ultimo fronte affrontato dall’assessore è quello delle persone con disabilità motoria: è intenzione eliminare le barriere architettoniche ancora presenti in città, come è stato da poco fatto con i marciapiedi di piazza Savoia (nella quale hanno anche trovato posto alcuni bagni per persone con disabilità).

“Ci tengo a ringraziare la CRI, sempre disponibile, e le numerose associazioni che hanno messo al centro del loro operato il bene della comunità. E lancio un ulteriore appello alla cittadinanza: rispettiamo le norme di distanziamento sociale, nonostante il bel tempo e la voglia di riabbracciarsi sia molta, in particolare in vista delle festività. Facciamo insieme questo ultimo sacrificio, ora che i vaccini sembrano diventare disponibili via via per tutti”.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium