/ Agricoltura

Agricoltura | 04 aprile 2021, 08:17

Bra, spunta una grande panchina rossa nell’oasi verde dei Tetti Milanesi

Nata da un’idea di Giorgio Revelli, leader dei Cavalieri del Bandito, è già diventata un’attrazione

Bra, spunta una grande panchina rossa nell’oasi verde dei Tetti Milanesi

La bella stagione è arrivata! Il meteo regala giornate tiepide e soleggiate. Per noi che siamo in zona rossa e stiamo trascorrendo l’inizio della primavera sul divano già consumato dal lungo lockdown, una soluzione c’è.

Con mare e montagna out per ovvi motivi, è possibile rimanere nel proprio comune e fare esperienza degli ambienti rurali. Se ne trovano infatti tantissimi e non sono nemmeno lontano da noi.

Chi abita a Bra può contare sul patrimonio bucolico delle frazioni e dei suoi itinerari da percorrere a piedi, in bicicletta oppure a cavallo. Sono poco conosciuti, ma l’emozione quando li si percorre è assicurata.

La visita a questi luoghi è una tranquilla e piacevole passeggiata adatta alle famiglie, oltre ad un esercizio di buon running. Dalla Riva si segue la strada segnalata in direzione Falchetto e poi le indicazioni per la zona di Ca’ del Bosco, sempre immersi nel verde e godendo d’incantevoli panorami. Passeggiando tra le cascine è impossibile non notare le mucche al pascolo o le vaste distese di erba medica e pioppeti.

Tra un mix di curve e meraviglia arriviamo in frazione Bandito. La nostra escursione si conclude con una camminata defaticante fino all’abitato dei Tetti Milanesi. Qui gli unici assembramenti sono le nuvole in cielo o quelli dei fiori che iniziano a riempire i campi.

Dopo uno sguardo alla preziosa chiesa di San Maurizio, ci siamo fermati ad ammirare la grande panchina rossa che da qualche giorno è diventata un’attrazione per piccoli e grandi.

L’idea di quest’opera si deve a Giorgio Revelli, leader dei Cavalieri del Bandito, che è sceso da cavallo e con olio di gomito ha dato questa nuova forma alle assi di un vecchio letto. Il tutto in armonia con l’ambiente circostante, attirando persino la curiosità dei cavalli che qui popolano un piccolo ranch secondo lo stile del telefilm “La casa nella prateria”.

Molti sono ancora gli itinerari che si possono organizzare per trekking più impegnativi da mettere in agenda non appena i tempi lo permetteranno. Per noi, invece, è arrivato purtroppo il momento di tornare a casa. Un po’ rammaricati, ma anche contenti e un po’ abbronzati prendiamo la via del ritorno. Nel cuore una nuova favolosa esperienza made in Bra.

Silvia Gullino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium