/ Politica

Politica | 06 aprile 2021, 07:49

#CONTROCORRENTE: Nel nuovo assetto di Bper la provincia di Cuneo non conta nulla

Il 21 aprile verrà definita la nuova governance. Finisce l’era Vandelli e inizia quella di Montani. Nemmeno un cuneese nelle tre liste per il nuovo cda, nonostante importanti presenze a Saluzzo, Bra e Savigliano (di minoranza)

#CONTROCORRENTE: Nel nuovo assetto di Bper la provincia di Cuneo non conta nulla

Il gruppo bancario Bper ha ufficializzato le tre liste in campo in vista della prossima assemblea dei soci del 21 aprile per la nomina del consiglio di amministrazione e del collegio sindacale per il triennio 2021-2023.

La lista 1 è espressione dei  soci di minoranza (1,7% del capitale): Silvia Elisabetta Candini, Alessandro Robin Foti e Marisa Pappalardo, tutti consiglieri uscenti. Per il collegio sindacale Paolo De Mitri (sindaco effettivo) e Patrizia Tettamanzi (supplente).

La lista 2 è presentata da Fondazione di Sardegna che controlla il 10,2% del capitale: Riccardo Barbieri, Alessandra Ruzzu, Gianfranco Farre, Monica Pilloni, Cristiano Cincotti. Per il collegio sindacale Mario Salaris (effettivo), Donatella Rotillo (supplente).

La lista 3 fa riferimento al socio di maggioranza Unipol che, con 19% del capitale, è il socio di maggioranza  e propone come ad Piero Luigi Montani al posto di Alessandro Vandelli: Piero Montani, Flavia Mazzarella, Gianni Franco Papa (ex direttore generale UniCredit), Elena Beccalli, Maria Elena Cappello, Gian Luca Santi (Unipol), Roberto Giay (Unipol e vicepresidente di Arca Assicurazioni). Per il collegio sindacale: Nicola Bruni e Daniela Travella come effettivi e Andrea Scianca e Rossella Porfido come supplenti.

Ultimata l’acquisizione di 486 filiali e 134 punti operativi ex Ubi e Intesa Sanpaolo al prezzo di 644 milioni, Bper si appresta dunque a definire i nuovi assetti di vertici.

 

Unipol, azionista di maggioranza, archivia l'era dell’amministratore delegato e direttore generale Alessandro Vandelli ed è intenzionato a designare il genovese Piero Luigi Montani nuovo amministratore delegato.

 

Insieme al cambio dell’ad si prospetta anche un cambio alla presidenza, retta fino ad oggi dall’ingegner Pietro Ferrari.

 

A determinare il cambio al vertice la discontinuità alla guida della banca modenese è il gruppo assicurativo Unipol, guidato da Carlo Cimbri, primo azionista di capitale nella misura del 19%.

 

In altri termini la vecchia Bper, dopo i vari terremoti che hanno segnato i grandi gruppi bancari nazionali con l’incorporazione di Ubi da parte di Intesa, cambia radicalmente fisionomia e segna un ulteriore passo, secondo molti analisti, verso la fusione - ancora ufficialmente smentita - con Banco Bpm.

 

Per quanto riguarda il Cuneese, come è noto, Bper, acquisite le proprietà dell’ex Casse di Risparmio di Saluzzo e Bra e con una partecipazione di minoranza nella Cassa di Savigliano, non ha manifestato interesse ad altre filiali in Granda.

 

Resta da capire come verrà ora riorganizzata la rete Bper sull’area regionale, anche in considerazione del fatto che nella nuova governance – se si esclude la presenza del pinerolese Roberto Giay in una delle tre liste in corsa per il nuovo cda – la presenza piemontese si prospetta marginale.

 

In attesa di sapere come, in concreto, questa si articolerà, non si può sin d’ora non osservare che nella futura governance non c’è spazio per i cuneesi.

 

Insomma, a dispetto di tutte le rassicurazioni a suo tempo formulate da Gaetano Miccichè e Fabrizio Palenzona ai sindaci di Cuneo, Alba e Mondovì è ormai acclarato che i risparmi della Granda fanno gola ai grandi gruppi bancari, ma quando si tratta di “pesare” per noi non c’è posto.

 

Così è oggi per Bper, così, a maggior ragione, sarà verosimilmente domani con Intesa.

 

Una direzione a Cuneo è infatti ben magra consolazione, dal momento che le decisioni, quelle che contano davvero, verranno assunte in tutt’altre sedi e con la testa rivolta altrove.   

#CONTROCORRENTE

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium