/ Attualità

Attualità | 06 aprile 2021, 18:11

Ceresole d’Alba, l’inceneritore non si farà: l’Inproma ritira il progetto

L’azienda non ha presentato controdeduzioni ai rilievi avanzati in conferenza dei servizi sull'impianto destinato al trattamento di 36mila tonnellate l'anno di farine animali. Esulta il pentastellato Martinetti

Lo stabilimento Inproma di Ceresole d'Alba

Lo stabilimento Inproma di Ceresole d'Alba

L’ampliamento dell’inceneritore Inproma non si farà. E’ quanto manda a dire il consigliere regionale albese Ivano Martinetti (M5S) con riferimento al progetto che l’azienda di trattamenti rifiuti di strada Cantarelli a Ceresole d’Alba aveva presentato nelle scorse settimane ai competenti uffici della Provincia, richiedendo di poter realizzare di un impianto dimensionato al trattamento di 36.000 tonnellate all’anno di farine animali.
 
"Quel progetto è naufragato"
, manda ora a dire l’esponente del Movimento Cinque Stelle, che nelle scorse settimane aveva fatto proprie le preoccupazioni manifestate da diversi associazioni ambientaliste del territorio (leggi qui).

"Non ci aspettavamo nulla di molto diverso – dichiara Martinetti in una nota – viste le numerose criticità messe in luce da enti, associazioni, amministratori locali e cittadini. Questa è una vittoria per l’ambiente, per i cittadini, per il nostro splendido paesaggio e, lasciatecelo dire, anche per il Movimento 5 Stelle, che fin dall’inizio aveva evidenziato le criticità di questa operazione. Abbiamo portato il caso in Consiglio regionale, denunciando gli aspetti, a nostro avviso, impattanti sulla qualità della vita dei cittadini di Ceresole d’Alba e su un paesaggio tutelato dall’Unesco. Inoltre abbiamo preso parte alla Conferenza dei Servizi condividendo le perplessità di tecnici e cittadini".

"Oggi – conclude – è arrivata la svolta: alla scadenza dei termini per presentare le controdeduzioni, l’azienda ha ritirato il progetto. La speranza è che nell'immediato vengano sanate anche tutte quelle criticità dell'attuale impianto, note da tempo, e messe in luce nel corso della Conferenza dei Servizi".

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium