/ Attualità

Attualità | 08 aprile 2021, 20:00

Giuseppe Bertone è il nuovo presidente dell'AVO di Mondovì

La presidente uscente Amalia Teobaldi, ha espresso un sentito ringraziamento al passato Consiglio Direttivo per il lavoro prestato

Il presidente Giuseppe Bertone

Il presidente Giuseppe Bertone

L'assemblea ordinaria dell’AVO, Associazione volontari ospedalieri, di Mondovì, ha rinnovato le cariche sociali per il triennio 2021/2023.

È stato eletto presidente Giuseppe Bertone  e sono stati chiamati a far parte del Consiglio direttivo  Allemandi Carla, Basso Andreina, Camilla Claudio, Campero Fabrizia, Garzero Renato, Grosso Marinella, Mantelli Clara, Teobaldi Amalia.

Nella Commissione Disciplinare sono stati riconfermati Gregorio Barbieri, Pierpaolo Golinelli e Matteo Manildo e nel Collegio dei Revisori Aurora Lombardi, Marco Cardone e Roberto Rigoni.

È stato approvato il rendiconto consuntivo e il bilancio sociale e  si è fatta memoria dei progetti da portare avanti che comprendono anche la promozione, per chi non la conoscesse, dell’Attività dell’associazione che mette a disposizione gratuitamente volontari accanto ai pazienti bisognosi per l’accoglienza, l’ascolto, il sostegno, l’assistenza ai pasti ai pazienti fragili nei reparti ospedalieri e nelle case di riposo.

 

La presidente uscente Amalia Teobaldi, ha espresso un sentito ringraziamento al passato Consiglio Direttivo per il lavoro prestato e soprattutto a Chiapello Liliana, Odasso Rosanna e Tomatis Maria Grazia che hanno deciso di non più ricandidarsi per consentire un naturale ricambio; un caloroso grazie alle referenti di progetto  e a tutti i volontari per la collaborazione e per il servizio coscienzioso, costante e amorevole con il quale hanno  fatto conoscere e apprezzare l’associazione.

Ha poi ringraziato i componenti della Commissione disciplinare e del Collegio dei Revisori che hanno confermato la loro disponibilità nel servizio per il prossimo triennio.

Dopo aver  fatto il punto sull’attività svolta presso gli   ospedali di Mondovì e Ceva, e nelle Case di Riposo di S. Michele Mondovì., S. Giuseppe di Vicoforte, La Casa del Sorriso di Mombasiglio,   e la Fondazione Opera Pia Garelli di Garessio, ha augurato  al neo presidente un futuro ricco di soddisfazioni per una ripresa dell’attività consona alle necessità del momento sempre nel rispetto dello scopo per il quale l’AVO è nata: ascolto e accompagnamento delle persone fragili in Ospedale, nelle RSA e ovunque sia richiesto il servizio che viene svolto a titolo completamente gratuito.

Dal 23 febbraio dello scorso anno, a seguito delle disposizioni emanate dalla Regione per l’emergenza Coronavirus, l’attività dell’associazione  ha subito uno stop che purtroppo perdura ancora oggi e non è noto  quando i volontari potranno  finalmente riprendere il servizio.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium