/ Attualità

Attualità | 09 aprile 2021, 14:47

Bra, frena l’incremento dei contagi mentre crescono le vittime del Covid

La crescita dei nuovi casi contenuta in un +3%, contro il +26% dei sette giorni precedenti. Ventenni e 50enni le fasce più colpite. Il sindaco Fogliato: "Vicini alle famiglie"

Anche Bra si prepara al passaggio del Piemonte alla zona arancione, con un allentamento delle restrizioni

Anche Bra si prepara al passaggio del Piemonte alla zona arancione, con un allentamento delle restrizioni

Positivi in lieve aumento – dai 287 di giovedì 1° aprile ai 297 di ieri, giovedì 8 (+3,4%, contro il +26% di una settimana fa) –, mentre calano leggermente i domiciliati che in questo momento sono sottoposti a ricovero ospedaliero: erano 21 una settimana fa, si sono ridotti a 15 alla data di ieri (cinque dei quali in terapia semi-intensiva e uno in intensiva), anche tale raffronto va purtroppo letto alla luce dei diversi decessi registrati negli ultimi sette giorni.

Questi i numeri contenuti nell’ultimo aggiornamento diffuso dal Comune di Bra circa l’andamento del contagio all’ombra della Zizzola, come sempre basato sui dati riferiti dal portale della Regione Piemonte accessibile alle amministrazioni locali.

"Tra le categorie più colpite – vi si fa sapere con riguardo ai positivi –, i ventenni (19%) e i 50enni (17,6%). Gli under 30 positivi rappresentano il 30% del totale, mentre chi ha più di 60 anni si attesta al 25%.

"Purtroppo negli ultimi giorni la nostra città è stata segnata da diversi lutti di braidesi mancati dopo aver contratto il virus – è il commento del sindaco Gianni Fogliato -: ai familiari va la nostra vicinanza e le più sentite condoglianze".

Un riferimento, quello del primo cittadino, che va evidentemente anche alle due coppie di coniugi – quella formata da Margherita Gagliasso e Paolo Cerrino e quella composta da Vittoria Ternavasio e Stefano Arnaldi – mancati a poche ore di distanza l'uno dall'altro. Lutti che hanno ovviamente destato grande impressione in città.

"Mentre siamo in attesa di aggiornamenti rispetto a un eventuale passaggio del Piemonte in fascia arancione –
prosegue il primo cittadino –, è già avvenuto nei giorni scorsi il rientro in classe per buona parte degli studenti (fino alla prima media). Un obiettivo importante che ci auguriamo possa essere mantenuto. Come sempre, dipende anche da noi: invito i cittadini ad avere a cuore il tema della salute (nostra e altrui) e della sua tutela, da cui dipendono tanti altri fondamentali aspetti della nostra quotidianità: economici, sociali, culturali. Vediamolo come il nostro personale e dovuto sostegno a coloro che, sette giorni su sette, festivi inclusi, sono al lavoro anche nella nostra città per portare avanti la campagna vaccinale”.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium