/ Attualità

Attualità | 15 aprile 2021, 14:38

Il Caffè Letterario di Bra ricorda il principe Filippo, ‘re’ di memorabili aneddoti

I migliori nel libro di Nigel Cawthorne ‘So di essere maleducato, ma è divertente: la famiglia reale e il mondo in generale - visto dal principe Filippo’

Il Caffè Letterario di Bra ricorda il principe Filippo, ‘re’ di memorabili aneddoti

Un po’ greco, un po’ danese, ma soprattutto british, come il suo humour. “Mia moglie ha un buon posto, abbastanza sicuro, ma così noioso”: senza peli sulla lingua e con la battuta sempre pronta, il principe Filippo, morto il 9 aprile a 99 anni, passerà alla storia per i suoi aneddoti (e le sue mille gaffe).

“Dico solo battute divertenti”, disse una volta di se stesso. Il Caffè Letterario di Bra lo ricorda attraverso il libro di Nigel Cawthorne che ha raccolto le uscite più esilaranti in ‘So di essere maleducato, ma è divertente: la famiglia reale e il mondo in generale - visto dal principe Filippo’.

La più celebre? Quando ad un gruppo di bambini inglesi in Cina disse: “Se restate qua a lungo vi verranno gli occhi a mandorla”. Oppure: “Se dovessi reincarnarmi vorrei essere un virus letale per eliminare la sovrappopolazione, la crescita dell’uomo è la più grave minaccia per il Pianeta…”, disse ad esempio a proposito del sovraffollamento globale durante una conferenza stampa con la Deutsche Press Agentur nel 1988. All’epoca fu archiviata come una delle sue proverbiali gaffe, di cui era un vero ‘maestro’. Ma oggi risuona quanto mai macabra e attuale. Nonché profetica, per certi versi.

Tra le migliori troviamo anche la battuta che fece in Canada nel 1969 quando affermò: “Dichiaro aperta questa cosa, qualunque cosa sia”. In Scozia, invece, nel 1995 ad un istruttore di guida a Oban chiese: “Come fa a tenere gli autoctoni lontano dall’alcol abbastanza a lungo da far passare loro l’esame?”. Non male quello che combinò in Kenia nel 1984 quando ad una donna locale disse: “Lei è una donna, giusto?”, che fa il paio con “Vi tirate ancora le lance?”, pronunciato in Australia nel 2002 ad un malcapitato aborigeno.

Nel 2012, guardando la 25enne Hannah Jackson se ne uscì con: “Rischio l’arresto se le tiro giù la zip di quel vestito?”. E poi, nel 2000, a un concerto di percussioni, disse a un gruppo di non udenti: “Rimanendo lì vicino, non mi meraviglia che siate sordi”. Tanti i momenti imbarazzanti anche durante le visite ufficiali. I royal watcher ne hanno contati 22.219.
Insomma, il Principe non ha risparmiato nessuno, nemmeno l’Italia: nel 2000, durante una cena a Roma con il premier Giuliano Amato, chieseuna birra mentre gli offrivano i migliori vini italiani. Naturalmente anche alle donne è toccato subire il tiro. “E a voi chi vi mantiene?”, chiese ad un gruppo di volontarie asiatiche che lavoravano in un centro di assistenza sociale a Londra.

Nessuna eccezione anche per glorie locali come Elton John, “Vorrei che spegnesse il microfono”, mormorò durante un suo concerto. O istituzioni. “Non mi sembra che si lavori molto in questa Università”, commentò alla facoltà di ingegneria dell’Università di Bristol, che era stata chiusa così che lui e la regina potessero inaugurarla ufficialmente. E in visita alla sede della nuova ambasciata tedesca a Londra si chiese “Se non fosse uno spreco di spazio”.

Nel 2001 ad un ragazzino che gli aveva detto di voler fare l’astronauta, rispose: “Sei troppo grasso per diventarlo”. L’elenco è ancora lungo e va dallo sport: “L’unico sport che seguo è il polo. E la maggior parte dello sforzo è fatto da un cavallo”, alle strategie reali: “Una mia consuetudine invariabile è quella di dire qualcosa di carino all’inizio per essere poi scusato se dovessi dire qualcosa di inappropriato più avanti”, per arrivare fino a Hollywood. A Cate Blanchett durante un ricevimento: “Lei che lavoro fa?”, le chiese. “Lavoro nell’industria del cinema”, rispose Cate. “Ah bene. Sa, a casa abbiamo un apparecchio per i dvd e credo che non funzioni. C’è un cavo che esce da dietro. Sa mica dove deve andare?”, concluse lui.

Quindi un’opinione: “Notoriamente non sono mai stato reticente nell’esprimere la mia opinione su argomenti di cui non so assolutamente nulla”. E la definitiva proposizione sul matrimonio: “Quando un uomo apre la portiera alla moglie, o è una nuova auto o una nuova moglie”.
Nel 2017 si ritirò dalla vita pubblica con una battuta: “Dopo 70 anni penso di aver fatto la mia parte”. Ci mancherà il principe Filippo.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium