/ Cronaca

Cronaca | 15 aprile 2021, 15:44

Compleanno con rissa: avviso di conclusione indagini per noto commerciante albese

L’eccessiva confidenza di un ospite nei confronti di una giovane donna alla base della discussione in cui degenerò la festa che il 50enne aveva organizzato per la moglie in un locale cittadino

Il tribunale di Asti (immagine d'archivio)

Il tribunale di Asti (immagine d'archivio)

Avrà venti giorni di tempo per avanzare le sue difese il 50enne albese destinatario di un avviso di conclusione indagini emesso nei suoi confronti dal Tribunale di Asti, impegnato ad accertare quando accaduto fuori da un noto locale della capitale delle Langhe nel maggio 2019.    

Per quella serata l’uomo, titolare di un altrettanto conosciuto negozio della centrale via Maestra, aveva organizzato la festa di compleanno della moglie, invitando nel locale un certo numero di parenti e amici, cui si erano poi uniti altri commercianti suoi conoscenti.

Una tranquilla serata di festa, almeno fino a quando, complice un certo clima euforico, uno degli invitati si era congedato con eccessiva confidenza da una delle ospiti. Da qui la reazione evidentemente contrariata suscitata nel marito della giovane donna, primo atto di un alterco che sarebbe presto degenerato e proseguito in strada, sfociando in una vera e propria rissa.

A sedare gli animi l’arrivo dei Carabinieri, interpellati da alcuni residenti della zona, richiamati dal chiasso, mentre l’ospite accusato di aver allungato le mani finiva la sua serata al pronto soccorso dell’ospedale "San Lazzaro", dove gli veniva refertato un trauma contusivo orbitario e una policontusione da percosse.

Da qui la querela presentata nei confronti del commerciante, ora accusato di lesioni volontarie e difeso dall’avvocato Roberto Ponzio.

Secondo il querelante l’organizzatore della festa avrebbe infatti partecipato al pestaggio e proferito anche minacce nei suoi confronti.
Il 50enne dal canto suo nega, asserendo di essere uscito dal locale a zuffa ormai conclusa e che, anzi, si sarebbe attivato per riportare la calma tra gli ospiti di quella festa finita decisamente male, mentre a chiarire come siano andate veramente le cose potranno essere le immagini registrate da un vicino ufficio pubblico.  

Ezio Massucco

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium