/ Curiosità

Curiosità | 18 aprile 2021, 13:08

Un trekking di due giorni per scoprire l’alta Valle Tanaro

In programma il 15 e 16 maggio a Ormea

Un trekking di due giorni per scoprire l’alta Valle Tanaro

La nostra voglia di camminare, scoprire e finalmente uscire in questo momento si rivolge a dei territori più o meno vicini a casa che spesso abbiamo trascurato.

Una due giorni sulle Alpi Liguri di Ormea, un paese immerso nell’alta Val Tanaro, diventato celebre all’inizio del Novecento quando era scelto dalle famiglie più importanti della Liguria di Ponente e non solo, è andato poi un po' dimenticato a favore di montagne più blasonate grazie anche alla facilità di movimento. Questo è stato un danno per il turismo e le altre attività ormeasche, ma un bene per la salvaguardia della natura che non ha subito lo scempio delle stazioni invernali con la deturpazione della montagna per trasformarla in piste da sci.

Ormea con le sue molte frazioni e borghi ha una rete sentieristica come la “Balconata” che permette, con i suoi 44 chilometri di affacciarsi sul fondovalle dove scorre il Tanaro e guardare tutto e tutti dall’alto fra boschi di castagni secolari, giganteschi e frazioni con case di pietra, piccole e chiesette e tanti piloni votivi sui sentieri, nei boschi, se ne contano più di duecento nel territorio di Ormea.

La due giorni di trekking organizzato da Marina Caramellino, guida ambientale escursionistica della Regione Piemonte, si svolgerà il 15 e 16 maggio con una giornata dedicata ad un tratto della Balconata e la successiva dedicata a luoghi ancora meno conosciuti, sempre di Ormea, alla destra orografica del fiume Tanaro nella zona del Prale e di Bossieta.

Per la cena e il pernotto è stato scelto l’albergo Payarin sopra alla frazione Aimoni e la sera del sabato dopo esserci rifocillati con piatti tipici Ormeaschi il guardiaparco del Parco del Marguareis e Alta Valle Tanaro ci parlerà della natura di questa zona e del ritorno del lupo sulle Alpi Liguri.

Un cammino il nostro, a passo lento, che ci metterà in contatto con la natura e la storia di una valle relativamente vicina ma che conosciamo troppo poco.

Per le informazioni rivolgersi alla guida Marina Caramellino – 3371066940 anche via messaggio marina.caramellino@gmail.com

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium