Attualità - 19 aprile 2021, 08:50

Giornata Plastic Free anche a Cuneo: nella zona delle Basse raccolte due tonnellate di rifiuti

La giornata si è svolta ieri in tutta Italia. Numerosi i volontari che hanno partecipato. Raccolti vetro, plastica, ferro, pneumatici e anche estintori e boiler

Giornata Plastic Free anche a Cuneo: nella zona delle Basse raccolte due tonnellate di rifiuti

Ieri a Cuneo si è svolta la seconda giornata Plastic Free. Decine di volontari di ogni età si sono dati appuntamento - ieri pomeriggio 18 aprile - nell'area delle Basse per "pulire la natura".

Un'area degradata, scelta in accordo con il Comune, che ha patrocinato l'evento. La raccolta è andata oltre le aspettative. Davvero tantissimi i rifiuti raccolti, di ogni tipo, per un totale di quasi 2000 chili.

Circa 470 kg di vetro, 90 kg di plastica, 225 di ferro, 240 kg di pneumatici e 700 kg di secco e ingombranti, più estintori e boiler vari. A livello nazionale le tonnellate raccolta superano le 160 tonnellate. Un piccolo miracolo, ma anche un segnale preoccupante di come, ancora, la natura venga spesso considerata una discarica.

Come conclusione di una giornata all’insegna del rispetto della natura c'è stata la piantumazione di un albero autoctono (il sorbus aucuparia) proprio nella zona sottoposta a pulizia, gentilmente offerta dal Vivaio Roagna di Cuneo.

La Plasticfree Onlus nasce nel 2019 con l’obiettivo di informare e sensibilizzare più persone possibili sulla pericolosità della plastica, soprattutto quella monouso, e della sua dispersione nell’ambiente, che causa un’alterazione sempre più evidente degli equilibri dell’ecosistema, provocando, conseguentemente, gravi rischi per le forme di vita che lo popolano.

Nata come realtà digitale, la Plasticfree è cresciuta in modo esponenziale nel corso dell’ultimo anno: oggi conta una rete di 600 referenti attivi sul territorio nazionale e si rende inoltre partecipe di numerosi progetti, tra cui la salvaguardia delle tartarughe marine, il progetto scuola e le giornate dedicate alla raccolta plastica. Tra questi emerge il “patto d’alleanza” con i comuni, un’iniziativa che permette a questi ultimi di aderire all’etica Plasticfree, diventando perciò comuni “virtuosi” che investono in un progetto ambientale, oggetto d’interesse attualmente sempre più crescente.

L’associazione promuove giornate dedicate alla raccolta di rifiuti mediante l’aiuto di una rete di referenti dislocati su tutto il territorio: l’intento non è solo quello di liberare l’ambiente dalla plastica, ma soprattutto di attivare un’azione di sensibilizzazione ambientale. L’obiettivo è influenzare il comportamento individuale sin dalle radici: per esempio prediligendo lo sfuso durante la spesa, utilizzando depuratori d’acqua che evitano l’acquisto di bottiglie, oppure scegliendo imballaggi biodegradabili alternativi, in modo da impattare sempre meno sull’ambiente.

È di fondamentale importanza un’inversione di rotta rispetto alla direzione attuale, ed è necessario che ognuno di noi si predisponga in modo tale da apportare un cambiamento significativo nella propria quotidianità, con delle azioni concrete in prima persona.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU