Attualità - 22 aprile 2021, 19:26

Un tetto nuovo per la Crusà: il cantiere a Borgo San Dalmazzo è giunto al termine

Sotto la direzione dell’architetto Gianni Chiaramello, dell’ingegnere Massimo Tomatis, con la consulenza dell’architetto Igor Violino, referente della Diocesi, e la ditta Edil Destefanis Consorzio che si era aggiudicata l’appalto

Un tetto nuovo per la Crusà: il cantiere a Borgo San Dalmazzo è giunto al termine

Borgo San Dalmazzo custodisce diverse cappelle, tra cui Santa Croce – per i borgarini “la Crusa” alla quale nell’autunno scorso si era dato inizio al restauro del tetto il cui suo pessimo stato causava continue infiltrazioni che negli anni hanno arrecato gravi danni alle pitture interne, ma anche il fatto che questa Cappella è utilizzata giornalmente per la celebrazione dalla Messa feriale altre ad aver accompagnato da secoli la storia civile e religiosa della nostra Città, soprattutto attraverso la presenza della Confraternita: un tempo denominata “Battuti bianchi” e oggi “San Dalmazzo e Santa Croce”.

Sotto la direzione dell’architetto Gianni Chiaramello, dell’ingegnere Massimo Tomatis, con la consulenza dell’architetto Igor Violino, referente della nostra Diocesi, la ditta Edil Destefanis Consorzio che si era aggiudicata l’appalto si è portato a termine il cantiere.

Pur con qualche “pausa” dovuta a due abbondanti nevicate, e agli inevitabili imprevisti di percorso, i lavori sono proseguiti abbastanza celermente con la rimozione delle vecchie lose, la sostituzione della capriata in grave stato di degrado, della trave di colmo soggetta a lesioni diffuse, di puntoni ammalorati; l’inserimento di tiranti longitudinali, il rinforzo della trave diagonale, un doppio tavolato in legno, l’inserimento tra i tavolati della lamiera zincata e una guaina impermeabile, dei ferma neve e le grondaie in rame…

A fine febbraio dopo il posizionamento delle lose, si sono conclusi i lavori sulla parte posteriore del tetto.

Con l’allestimento del ponteggio sulla piazzetta antistante la Cappella, si e anche provveduto all’intervento di sostituzione della copertura del timpano e la manutenzione della grondaia sottostante.

Approfittando del ponteggio già montato, si ha in progetto anche la realizzazione di alcuni “saggi”, nella prospettiva in futuro di un eventuale ripristino pittorico della facciata.

La spesa affrontata sarà pagata grazie a offerte dei fedeli e grazie ai contributi erogati dalla Fondazione San Paolo (maggior sostenitore), la Fondazione CRC, la CEI e il Comune di Borgo.

"Un ringraziamento va, oltre ai finanziatori, anche ai “vicini di casa” di Santa Croce a cui vogliamo esprimere il nostro sincero grazie per la loro piena disponibilità e comprensione, e nello stesso tempo porgere a tutta la cittadinanza, le nostre scuse per il disagio arrecato con la chiusura al traffico di via Avena.
In questi ultimi giorni si sono anche avviate alcune iniziative divulgative per la valorizzazione della Chiesa di Santa Croce.
Sono stati graficamente composti dei pannelli descrittivi con cenni storici e con alcune foto dei restauri effettuati.
I pannelli posizionati sul sagrato della Parrocchia danno la possibilità di vedere il “cammino” del restauro fatto.
Si stanno anche portando avanti le pratiche progettuali per la valorizzazione del piccolo sagrato davanti alla chiesa di Santa Croce oltre allo studio per la realizzazione di un sito internet specifico della chiesa Crusa”.


comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU