/ Politica

Politica | 23 aprile 2021, 14:51

Cuneo: Lauria bacchetta i "mal-destri" colleghi e si dimette dalla commissione speciale ospedale

"Sarebbe stato sufficiente avvertirmi di altri accordi nel frattempo presi senza metter in difficoltà la mia persona, invece hanno preferito arrivare a una votazione palese nella quale hanno scelto di votare un’esponente del centrosinistra"

Il consigliere Giuseppe Lauria

Il consigliere Giuseppe Lauria

"Mal-destri collegi di centro qualcosa". E' così che il consigliere comunale di Cuneo Giuseppe Lauria definisce i propri compagni di minoranza - almeno, quelli della parte politica a lui più affine - al termine della lettera che ha recentemente inviato al presidente della commissione speciale ospedale Luca Pellegrino per ratificare le proprie dimissioni dalla commissione stessa.

Una scelta che segue di circa un mese quella intrapresa da Ugo Sturlese e che Lauria avrebbe ufficializzato nell'ultima conferenza dei capigruppo. E che pare  strettamente collegata all'ultima riunione della commissione speciale, nella quale sono stati individuati i ruoli di presidente e vicepresidente nelle figure di Pellegrino (appunto) e Maria-Luisa Martello.

"È stata una decisione sofferta ma inevitabile. Nelle scorse settimane avevo manifestato ai colleghi di centrodestra, transfughi da altri partiti o militanti storici della Lega, l’intenzione di candidarmi a Vice Presidente della sopra menzionata commissione. Sarebbe stato sufficiente avvertirmi di altri accordi nel frattempo presi senza metter in difficoltà la mia persona, invece hanno preferito arrivare a una votazione palese nella quale hanno scelto di votare un’esponente del centrosinistra".

"Peraltro a ben veder in difficoltà paiono essersi messi loro - prosegue Lauria nella lettera - . Diventa, ad un anno dalle prossime elezioni cittadine, di difficile comprensione, senza entrare nel personale, la scelta di sostenere una probabile candidata nella coalizione avversa anziché l’esperienza riconosciutami a maggioranza dalla Conferenza. Ovviamente, per semplice buongusto, ometto di far considerazioni su chi tra i sopra citati è riuscito anche, non dovendolo fare, a votare uno della maggioranza che anche in questa fase ha dimostrato, nei modi e nelle azioni, almeno di conoscere le modalità di voto ed il rispetto delle regole".

simone giraudi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium