/ Economia

Economia | 01 maggio 2021, 21:02

Ghisolfi: sul Piano Draghi le banche faranno la loro parte, ma il Fondo perduto compete solo allo Stato

Molti si chiedono che cosa faranno le banche e se integreranno i fondi europei: gli istituti di credito, sulla base delle funzioni fissate dalle leggi e dai regolamenti e delle garanzie che riceveranno dallo Stato e dai privati, concorreranno a sostenere investimenti produttivi in grado di creare un effetto di rilancio e di essere ripagati

Ghisolfi: sul Piano Draghi le banche faranno la loro parte, ma il Fondo perduto compete solo allo Stato

Il Banchiere Europeo e opinionista conferma la propria collaudata analisi: gli istituti di credito sono essi stessi delle imprese, il cui compito è tutelare il risparmio che viene loro affidato e che senz'altro concorrerà all'obiettivo della creazione dei 750.000 nuovi posti di lavoro previsti dall'impatto del programma UE del Capo del Governo italiano.


Un plauso al Presidente del Consiglio Professor Mario Draghi, past president della Banca centrale europea, che ha portato a eccellente approvazione il nuovo piano di ricostruzione economica dell'Italia, detto Recovery fund, che consentirà da luglio all'Italia di ricevere i primi 35 miliardi di euro e che, notizia di sicura importanza nel fine settimana della festa del lavoro - ricorrenza storica sociale quest'anno martoriata dalle conseguenze del covid relative al 2020 - avvierà la strategia per la creazione a regime di 750.000 nuovi posti di lavoro qualificati e legati alle nuove modalità tecnologiche organizzative e di marketing.

Molti si chiedono che cosa faranno le banche e se integreranno i fondi europei: gli istituti di credito, sulla base delle funzioni fissate dalle leggi e dai regolamenti e delle garanzie che riceveranno dallo Stato e dai privati, concorreranno a sostenere investimenti produttivi in grado di creare un effetto di rilancio e di essere ripagati.

Questo perché il loro compito è di tutelare il risparmio che viene loro affidato dai correntisti, mentre allo Stato soltanto compete l'eventuale erogazione di aiuti monetari gratuiti o a fondo perduto per le famiglie e le Imprese. Sì tratta di un principio essenziale, il principio di sussidiarietà, fissato nei trattati europei, nella Costituzione italiana, nei regolamenti attuativi.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium