/ Attualità

Attualità | 02 maggio 2021, 10:50

Granda Lavoro: dall'assemblea annuale un segnale di speranza per il futuro

La pandemia frena la natalità delle imprese, dal primo lockdown sono state aperte 63mila aziende in meno e lascia presagire ad un’onda lunga che produrrà effetti ancora nell’anno in corso

Il presidente Luca Chiapella

Il presidente Luca Chiapella

Nell’appuntamento annuale dell’Assemblea dei Soci di Granda Lavoro, l'agenzia del lavoro che fa capo alla Confcommercio della Provincia di Cuneo, è il Presidente Provinciale di Confcommercio Luca Chiapella a riassumere un anno 2020 senza precedenti nella storia dell’economia moderna e del mondo dell’occupazione. 

Lo scenario rappresentato nella relazione del Presidente rileva che la pandemia frena la natalità delle imprese, dal primo lockdown sono state aperte 63mila aziende in meno e lascia presagire ad un’onda lunga che produrrà effetti ancora nell’anno in corso, rimarcando ancora più pesantemente il ruolo sociale di Granda Lavoro nell’aiutare persone in cerca di lavoro a soddisfare il desiderio, la necessità di trovare un’occupazione.

Nata alla fine del 2013 dalla collaborazione tra alcune associazioni territoriali di Confcommercio ed Agenzie Formative del cuneese, ben distribuita sul territorio (quattro sportelli a Cuneo, Alba, Bra e Savigliano presso le rispettive sedi), Granda Lavoro dovrà garantire una perfetta sintesi tra questa domanda ed un’offerta di lavoro che deve fare i conti con imprese spesso messe in crisi, oltre che dal mercato, anche e soprattutto dalla discontinuità legata alle restrizioni pandemiche.

“Non è difficile prevedere” prosegue il Presidente Chiapella “che la sfida sarà quella di affrontare con determinazione ed efficacia questo periodo tra le varie fasi della pandemia che andrà a determinare un peggioramento pesante sui tassi di disoccupazione ed al tempo stesso sulla tenuta del sistema della piccola e media impresa, che assorbe lavoro e manodopera qualificata.

Nel resoconto delle attività svolte in un anno che, oltre ai problemi economici, ha dovuto fare i conti anche con le più basilari limitazioni agli spostamenti (anche per fare solo un semplice colloquio di lavoro), il Vice Presidente con delega all'amministrazione Livio Raballo, Direttore Confcommercio Savigliano, illustra altri dati tra cui le decine di migliaia di contatti in risposta agli annunci che costantemente vengono pubblicati sui canali telematici e social di Granda Lavoro, ed in particolare quali sono le “armi” a disposizione di chi cerca e offre lavoro. "Gli strumenti più apprezzati dalle imprese" dichiara Raballo “sono i tirocini formativi, anche grazie ai bandi Garanzia Giovani e Buoni Servizi al Lavoro della Regione Piemonte, mentre sia i candidati che le stesse imprese apprezzano molto il lavoro di profilazione svolto dai nostri addetti specializzati.

Nonostante la formula del tirocinio sia spesso criticata, oggi rappresenta realmente un trampolino di lancio esperienziale per trovare un’occupazione, un investimento per il futuro in questi tempi dovrebbe essere maggiormente apprezzato.

L’Assemblea è stata inoltre l’occasione per un avvicendamento negli incarichi all’interno del Consiglio di Amministrazione. Silvia Anselmo vice direttore dell’Aca di Alba ricoprirà la carica di Vice Presidente al fianco del Presidente Chiapella per il prossimo triennio.

Completano la squadra del cda di Granda Lavoro, Marco Manfrinato direttore Confcommercio di Cuneo, Luigi Barbero direttore Confcommercio di Bra e Livio Raballo direttore Confcommercio di Savigliano.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium