/ Economia

Economia | 05 maggio 2021, 08:14

Nonostante la pandemia Crf chiude il 2020 con utile netto del +5,67%

Rispetto al passato esercizio Cassa di Risparmio di Fossano SpA passa da 7.343.210 a Euro 7.759.151 di utili. Di particolare rilievo il dato relativo al rapporto tra sofferenze nette ed impieghi netti passato dall’1,30% all’1,07%. Miglio e Mondino confermati presidenti per il prossimo triennio 2021-2024

Nonostante la pandemia Crf chiude il 2020 con utile netto del +5,67%

Nonostante il perdurare della pandemia da Covid-19 che ha avuto pesanti ripercussioni non solo sanitarie e sociali, ma anche economiche, la Cassa di Risparmio di Fossano SpA archivia un anno positivo.

I dati vedono l’utile netto aumentare del 5,67% rispetto al passato esercizio, passando da Euro 7.343.210 a Euro 7.759.151, le raccolte diretta ed indiretta crescono complessivamente dell’8,14%, mentre gli impieghi, che hanno risentito del clima di grande incertezza e difficoltà per famiglie ed imprese di valutare le opportunità di investire in nuovi progetti, aumentano soltanto dello 0,28%.

Di particolare rilievo il dato relativo al rapporto tra sofferenze nette ed impieghi netti passato dall’1,30% all’1,07%, testimone della grande prudenza ed attenzione prestata dalla Cassa in tema di gestione del credito, ed il patrimonio contabile che si incrementa del 5,10% passando da Euro 136.614.099 a Euro 143.577.589 e garantisce solidità, elemento fondamentale per garantire al meglio lo svolgimento dell’attività bancaria.

Positivo anche il rapporto tra costi operativi e margine di intermediazione pari al 47,43% (cosiddetto cost income) che attesta l’efficienza della struttura e si pone ormai da anni tra i migliori dati a livello di sistema.

“Tutti gli indicatori sono positivi
– commenta il Presidente Dott.Antonio Miglio - e mettono le premesse per un buon 2021. Desidero ringraziare naturalmente gli Amministratori, i Sindaci, la Direzione ed il personale tutto che, particolarmente in quest’ultimo anno, non hanno mai fatto mancare, ciascuno nell’ambito delle proprie competenze, la propria fattiva collaborazione.

Desidero ribadire come fondamentale sia la sinergia di intenti per il complessivo sviluppo del nostro territorio con la Fondazione CRF ed in particolare con il Presidente Mondino che tanta passione e capacità dedica all’Istituzione contribuendo in modo determinante anche ai successi della Banca.”

INTERVISTA AL PRESIDENTE DOTT.GIANFRANCO MONDINO

Quali le principali risultanze?


L’anno 2020 è stato un anno particolare: la pandemia covid 19 ha inciso sull’economia e su molte attività sociali e le entrate della Fondazione si sono contratte per effetto dei noti provvedimenti della BCE e della Banca d’Italia in materia di dividendi delle aziende bancarie. Il tradizionale contenimento dei costi e la prudenza della Fondazione nell’accantonare fondi di riserva ha consentito, attingendo parzialmente agli stessi, di proseguire la normale attività erogativa che fra interventi eseguiti con risorse dell’anno ed in parte con stanziamenti degli scorsi anni è ammontata a oltre un milione di euro cui vanno aggiunti importanti interventi eseguiti in corso di anno e finanziati con somme già stanziate in decorsi esercizi.

Quali sono stati i principali settori di intervento?

La Fondazione opera nei settori indicati dalla legge avendo optato per concentrare la propria attività nei seguenti settori rilevanti: Arte, Educazione e Istruzione, Attività sportiva, Volontariato, Sviluppo Locale.

Nell’ambito di tali settori quali sono stati gli interventi più significativi?

In ambito arte e restauri la Fondazione, in stretta collaborazione con la Amministrazione Comunale e la Consulta per la valorizzazione dei beni artistici e culturali di Fossano, ha  proseguito nel restauro di Palazzo Burgos con intervento che ha duplice valenza, restauro di edificio storico del centro storico fossanese e concreto aiuto alla attività della Fondazione Fossano Musica e annessa scuola di musica per consentire di esercitare l’attività didattica in locali idonei restaurati, insonorizzati con revisione dell’impiantistica e più funzionale e razionale disposizione degli spazi.

Altro rilevante intervento riguarda i lavori di ricerca archeologica e restauro dell’antica Chiesa del Salice, anche questi effettuati in sinergia di intenti con Amministrazione Comunale e Consulta.

In ambito sportivo la Fondazione è intervenuta collaborando con la Amministrazione Comunale di Fossano per l’ampliamento ed ammodernamento del villaggio sportivo di zona Santa Lucia.

Altri interventi in campo sociale?

Ringrazio per la domanda perché mi consente di confermare che la Fondazione, preso atto della stagnazione della generale situazione economica, ha destinato fondi a disposizione degli interventi in campo sociale sostenendo, spesso in collaborazione con Amministrazione Comunale e Diocesi di Fossano molte iniziative in aiuto alla popolazione che più necessita di interventi concreti.

Nel settore è rilevante l’azione della Fondazione Noi Altri, sorta per iniziativa della Fondazione e della Diocesi e sostenuta con contributi annuali, che coordina e stimola l’attività di numerose associazioni di volontariato avendo promosso importanti iniziative quali la bottega del riutilizzo, cascina pensolato e, finanziato dall’opera diocesana di preservazione della fede, il progetto di poliambulatorio entrato in funzione ad inizio 2021.

Per fronteggiare l’emergenza covid 19 la Fondazione ha stanziato l’importo di €.100.000 che sono stati assegnati a diverse associazioni per far fronte alle più urgenti situazioni di disagio sociale.

Come interviene la Fondazione nel settore dell’educazione ed istruzione?

La Fondazione interviene a favore delle scuole con finanziamenti che consentono loro di attuare iniziative e progetti che vanno al di là della ordinaria attività per cui non potrebbero essere realizzati con le scarse risorse proprie, in proposito cito i contributi a favore della Fondazione Fossano Musica e connessa attività di insegnamento in campo musicale, i progetti di insegnamento extrascolastico di apprendimento della lingua inglese e francese. Anche in questo caso l’effetto pandemia ha fatto rallentare l’attività scolastica per cui alcuni progetti hanno subito rallentamenti o ripensati. Da anni la Fondazione aderisce alla iniziativa nazionale Acri-Ministero dell’Istruzione per venire incontro alle fasce giovanili più deboli per ridurre la cosiddetta “povertà educativa”.

Interventi in campo sanitario?

Numerosi sono i contributi a sostegno delle varie associazioni di volontariato che si occupano di assistenza in campo sanitario e/o parasanitario, ma l’intervento che ha qualificato l’attività della Fondazione è stato la climatizzazione e ristrutturazione del reparto di neuroriabilitazione dell’Ospedale Fossanese che ha migliorato le condizioni di lavoro per gli operatori sanitari e di vivibilità dei degenti che già soffrono per le loro condizioni di salute.

Interventi al di fuori delle mura cittadine?

La Fondazione stanzia annualmente un fondo per gli interventi a favore delle popolazioni residenti nei territori di tradizionale operatività oltre il Comune di Fossano (Centallo, Trinità, Cervere, Salmour, Sant’Albano Stura). Nel solo 2020 i fondi stanziati ammontano a oltre 250 mila euro. Interviene inoltre in ambito regionale con iniziative comuni e condivise con le altre Fondazioni Piemontesi ed in campo nazionale tramite la Associazione di categoria A.C.R.I. Infine opera anche in campo internazionale con iniziative proposte da associazioni locali che presentano progetti di cooperazione internazionale.

Notizie giornalistiche riportano dati di Banche e di Fondazioni in difficoltà, possiamo stare tranquilli?

Assolutamente sì, la partecipata CRF SpA ha sempre chiuso (dal 1905) i bilanci in utile ed incrementato il patrimonio, la Fondazione ha fatto altrettanto ed i dati forniti dalla Associazione fra le Casse di Risparmio Italiane, sulla base dei risultati oggettivi di bilancio, sono lusinghieri in materia di contenimento dei costi, buona redditività degli investimenti ed elevata percentuale di erogazioni rispetto a patrimonio ed entrate.

Prospettive per il 2021?

Il buon andamento della controllata CRF SPA ed i dividendi che corrisponde, i buoni proventi che derivano dagli altri investimenti partecipativi e finanziari della Fondazione fanno presumere  buone entrate, il tradizionale contenimento dei costi e, finalmente, l’abbassamento della tassazione fiscale fanno ragionevolmente presumere che i fondi a disposizione per gli interventi saranno sufficienti per l’intensa attività programmata con il consueto sostegno all’attività di enti ed Associazioni ed interventi straordinari fra cui cito l’ultimazione dei lavori di Palazzo Burgos, della Chiesa del Salice, del villaggio sportivo con costruzione anche di nuovo campo di calcio e rugby omologati e dotati di spogliatoi. Ulteriori interventi sono programmati per la Cattedrale di Fossano ed il Santuario di Cussanio.

In chiusura desidero ringraziare tutti i componenti gli organi della Fondazione, in primis la Rag. Monica Ferrero Segretario Generale, motore operativo, intelligente e preparato della Fondazione, il Presidente Dott. Antonio Miglio, gli Amministratori, Sindaci e Direzione della C.R.F. SpA e la clientela che sempre più numerosa si avvale dei servizi della Cassa avvalorando il motto “più clienti per la Cassa più opere per la collettività”.

GIANFRANCO MONDINO E ANTONIO MIGLIO CONFERMATI PRESIDENTI

Il Presidente Gianfranco Mondino esprime grande soddisfazione per il clima interno che ha accompagnato il complesso iter di rinnovo delle cariche che in questa occasione ha interessato sia gli organi della Fondazione che quelli della partecipata Crf SpA.

Tutte le nomine sono state vagliate con attenzione e le delibere assunte alla unanimità segno di grande coesione di intenti e condivisione sulla scelta delle candidature prese in esame nel pieno rispetto delle norme statutarie, tenendo presenti le complesse normative vigenti.

“Innanzitutto – dichiara G.Mondino - desidero ringraziare il Comitato di Indirizzo che ha voluto confermarmi la fiducia per un ulteriore mandato, il Presidente della Provincia ed i Sindaci dei Comuni di Fossano, Centallo, Cervere e Trinità che hanno designato nel comitato di indirizzo persone di dotate di professionalità adeguate con conoscenza del territorio, mantenendo anche le rappresentanze di genere in essere in  modo tale che la composizione dell’organo sia differenziata per professionalità, provenienza territoriale, genere ed età come indicato dalla vigente normativa cui le Fondazioni devono fare riferimento.”

Sono stati confermati il dott. Maurizio Bergia ( Provincia di Cuneo), il geom.  Giuseppe Marengo (Comune di Centallo), Uff.Giuliano Cimeoni (Comune di Trinità) il dott. Gianni Menardi (cooptato); sono entrati geom. Fabrizio Bergese (Comune di Fossano), in sostituzione di Vanja Fassi, dott.a  Maria Francesca Cornaglia (Comune di Cervere) in sostituzione di rag. Elda Bernardi, non confermabile per doppio mandato.
Il Comitato di Indirizzo ha provveduto alla nomina del Consiglio di Amministrazione della Fondazione.

Sono stati confermati Bergesio dott.ssa Margherita, Olivero dott. Bruno, Rosso dr. Chiaffredo, Viglietta Stefano, Riorda dott. Gianfranco e nominata la dott.ssa Laura Aragno. Lasciano la carica per doppio mandato   Silvana Barberis e la dott.ssa Federica Panero.

Nel Collegio Sindacale sono  stati confermati il dott. Michele Fruttero (presidente) e la dott.ssa Daniela Asteggiano, mentre per una necessaria rotazione il rag. Mario Caramatti è stato sostituito dal dott. Federico Bessone.

I nuovi organi della Fondazione sono pertanto così composti:
Membri comitato di indirizzo:

Mauro Bergamino
Fabrizio Bergese
Maurizio Bergia
Giovanni Bongiovanni
Giuliano Cimeoni
Maria Francesca Cornaglia
Sergio Cravero
Giuseppe Marengo
Giovanni Battista Menardi
Cecilia Di Marco
Yvonne Fracassetti
Sergio Formento
Rodolfo Gerbaudo
Viviana Moretti
Giovanni Tomatis
Sergio Vizio

Consiglio di Amministrazione
Gianfranco Mondino (Presidente)
Laura Aragno
Margherita Bergesio
Bruno Olivero
Gianfranco Riorda
Chiaffredo Rosso
Stefano Viglietta

Collegio Sindacale
Michele Fruttero (Presidente)
Daniela Asteggiano
Federico Bessone

“A tutti i componenti uscenti – continua il Presidente Mondino - va il sincero e non formale ringraziamento della Fondazione per l’intelligente e fattiva opera prestata con particolare sentito riferimento alla Vice Presidente dott. Panero per l’impegno profuso e per la preziosa e competente collaborazione prestata nel settore arte e restauri.
Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione ha provveduto alla designazione degli organi sociali della controllata Cassa di Risparmio di Fossano spa con la conferma dell’attuale consiglio (squadra che vince non si cambia) con la sola sostituzione del rag. Giancarlo Fruttero con il rag.Mauro Giaccardi per un avvicendamento da tempo programmato nel settore di espressione “commercio” previsto dal vigente Statuto; il rag. Fruttero rimane comunque una preziosa risorsa per l’Istituzione Cassa.  Sono particolarmente lieto che il dott. Antonio Miglio abbia confermato la propria disponibilità a ricoprire l’incarico, nel tempo ha fornito determinante contributo a mantenere autonoma e indipendente la Cassa.”

Forte rinnovamento e ringiovanimento nel collegio sindacale con le giovani   commercialiste   dott.ssa Maria Teresa Cornaglia e dott.ssa Federica Operto che sostituiscono la rag. Donatella Manganaro ed il rag. Lorenzo Pelissero  che  mantiene l’incarico di sindaco supplente insieme alla neo nominata dott.ssa Annalisa Forte, la conferma del dott. Sebastiano Balocco quale Presidente garantisce esperienza e continuità.

Il Presidente Antonio Miglio dichiara: “Ringrazio la Fondazione ed il Presidente Dott.Mondino per la rinnovata fiducia nella mia persona e nella “squadra” che nell’ultimo triennio così complesso ha ben operato. Doveroso va il saluto ed un particolare ringraziamento agli esponenti uscenti, in particolare il Consigliere Giancarlo Fruttero che ha garantito alla Cassa la propria esperienza soprattutto nel settore commercio, nonché ai Sindaci Donatella Manganaro e Lorenzo Pelissero che hanno speso la propria professionalità a servizio della Banca.

Un caloroso benvenuto ai nuovi componenti degli organi che possano garantire nuove competenze ed entusiasmo ad un gruppo di lavoro già rodato.”

La composizione degli organi della Cassa di Risparmio di Fossano spa per il triennio 2021-2024 è la seguente

Consiglio di Amministrazione
Antonio Miglio               Presidente
Enrico Serafini            Vice Presidente
Marco Brandani              Amministratore *
Marco Curti                    Amministratore *
Alessandro Taretto         Amministratore *
Mauro Giaccardi                Amministratore
Clemente Malvino             Amministratore
Delia Revelli                 Amministratore
Stefania Rosso                 Amministratore

*Componenti Comitato esecutivo

Collegio Sindacale
Sebastiano Balocco        Presidente
Maria Teresa Cornaglia     Componente
Federica Operto             Componente


 

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium