/ Al Direttore

Al Direttore | 06 maggio 2021, 12:13

Affitti calmierati: il sindacato inquilini della Cgil chiede al Comune di Fossano di riaprire la trattativa

Accordo raggiunto con Cuneo, Bra e Racconigi. Fossano per ora non ha operato un'ulteriore riduzione dell'aliquota IMU

Affitti calmierati: il sindacato inquilini della Cgil chiede al Comune di Fossano di riaprire la trattativa

Il Sunia, Sindacato Inquilini della Cgil, unitamente alle associazioni immobiliari Confedilizia, Confabitare, Uppi, Appc, Federcasa, Unioncasa e alle associazioni degli inquilini Uniat, Federcasa inquilini, ha di recente depositato presso il Comune di Fossano un accordo territoriale provinciale, mirato ad uniformare territorialmente calcoli e modulistica con l’intento di agevolare il rapporto tra proprietari e inquilini e garantirne la sicurezza.

L’accordo, già favorevolmente sottoscritto nei comuni di Cuneo, Bra e Racconigi è utilizzato per la stipula di contratti a canone concordato e parametrato che beneficia anche di aliquota IMU ridotta.

Le associazioni sindacali non ritengono sufficiente la risposta ottenuta dal Comune di Fossano che ha deciso di non operare una ulteriore riduzione dell’aliquota IMU. Chiedono dunque al sindaco la riapertura del tavolo delle trattative, convinti della necessità di pervenire ad un accordo più favorevole che assicuri tutele ad entrambe le parti interessate.

Ritengono altresì che le agevolazioni fiscali siano da considerarsi a tutti gli effetti una base di partenza per il raggiungimento di affitti calmierati.

 

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium