/ Eventi

Eventi | 09 maggio 2021, 08:13

Per una Festa della Mamma fuori porta: cosa fare insieme nella Granda oggi, domenica 9 maggio

Tante proposte, tra escursioni, castelli, forti, riserve naturali e musei, per trascorrere il tempo libero con tutta la famiglia

Il mercatino dell'antiquariato di Cherasco in un'immagine d'archivio

Il mercatino dell'antiquariato di Cherasco in un'immagine d'archivio

Per chi sceglie di recarsi presso un castello o un museo è importante ricordare che le visite sono organizzate in sicurezza con il rigoroso rispetto delle norme anti Covid per salvaguardare la salute di visitatori e operatori. Per aggiornamenti consultare i riferimenti citati o contattare gli organizzatori.

Qualche idea per fare un’escursione con i bambini? L’ATL di Cuneo ha pubblicato sul suo sito la mappa “Escursioni in Famiglia – A passeggio tra Alpi, Langhe e Roero” che presenta una selezione di 30 itinerari attraverso l’intera provincia di Cuneo, per la maggior parte percorribili tutto l’anno e particolarmente adatti alle famiglie con bambini (molti sono praticabili anche con il passeggino) o semplicemente indicati per coloro che apprezzano una salutare passeggiata a contatto con la natura e alla scoperta degli antichi santuari e delle cappelle di montagna, dei parchi e delle riserve naturali o dei caratteristici borghi collinari e dei paesaggi vitivinicoli patrimonio dell’UNESCO.

Ogni itinerario è inoltre pubblicato in versione integrale, con mappa e traccia GPX, nelle sezioni dedicate al turismo outdoor dei siti www.cuneoholiday.com e https://www.visitlmr.it/.

Altre informazioni le trovi anche su: www.facebook.com/ATLCuneese.

 

Sono tante le escursioni che si possono fare nel Parco fluviale Gesso e Stura e presso l’Infopoint realizzato di fronte alla Casa del Fiume, il nuovo punto informativo e di accoglienza, sarà possibile avere informazioni sul parco, sui suoi servizi e sulle strutture. Sarà anche il punto di noleggio delle biciclette ParcoBike (su prenotazione) e avrà valenza di velostazione, struttura a servizio dei ciclisti, con momenti di formazione alla mobilità e sensibilizzazione su questo tipo di tematiche. Aperto sabato, domenica e festivi (fino al 10 ottobre 2021) dalle 9 alle 13 e dalle 14.30 alle 18.30. Info: www.parcofluvialegessostura.it    

 

Apertura al pubblico dalle 9.30 alle 19 al Centro Cicogne e Anatidi di Racconigi dove al momento è periodo migratorio e le cicogne arrivate dall’Africa potranno essere ammirate insieme ad altre specie più o meno rare. Migliorata la cartellonista bilingue e attivato nuovo percorso virtuale con QR code”. Non serve la prenotazione. Star assoluta sono i cicognini appena nati nel nido a terra: la vicenda della coppia di cicogne che nidificano nel prato perché impossibilitate a volare ha ormai appassionato i visitatori. I grandi spazi in campagna del centro permettono la visita in sicurezza. È d’obbligo la mascherina e consigliato il binocolo. Info: www.facebook.com/centrocicogneracconigi e consultare il sito prima della visita: https://cicogneracconigi.it

 

Sempre a Racconigi, riapertura del Castello, ma anche del parco con ingresso in orario 9,30-12 e 14,30-18,30 (accesso contingentato massimo 30 persone all’ora; ultimo ingresso al mattino alle ore 11,30, al pomeriggio alle 18). Prenotazione per il parco non necessaria.

Info: www.facebook.com/ufficioturistico.racconigi

 

Ad Entracque riapre il Centro Uomini e Lupi che si compone di due sezioni complementari. Il Centro visita, in Entracque paese, propone un percorso di scoperta, dedicato al mito del lupo e oggi, domenica 9 maggio, sarà aperto dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 15 alle 18.  

All'interno dell'Area faunistica in località Casermette, un percorso multimediale introduce in modo appassionante alla biologia del lupo. Un ampio recinto ospita alcuni animali non più in grado di vivere in natura, che è possibile osservare dalle torrette d'avvistamento.

L’area faunistica oggi è aperta con ingresso e/o visite guidate su prenotazione dalle ore 10 alle 18. Info: www.centrouominielupi.it, orari, tariffe e modalità di prenotazione: www.facebook.com/montagnedelmare.coop

 

Oggi, domenica 9 maggio, la Lipu riapre una fitta stagione di appuntamenti nella Riserva naturale di Crava e Morozzo. Si comincia con “Non solo mamma”, una giornata dedicata a tutte le mamme. In programma due visite guidate nella Riserva: insieme ad un accompagnatore naturalistico si andrà alla scoperta della natura, facendo particolare attenzione alle nuove nascite di questo periodo. Le visite partiranno dall’ingresso della Riserva naturale, lato Crava, alle ore 10 e alle 15. Sono previsti nella giornata anche due laboratori creativi-manuali per bambini a partire dai 4 anni. Appuntamento al Centro visite della Riserva alle ore 11.30 e alle 16.30 per creare insieme bellissime sorprese. Le attività sono gratuite, prenotazione obbligatoria al numero 347-7648262 oppure oasi.cravamorozzo@lipu.it (attività a numero chiuso).

Info: www.areeprotettealpimarittime.it/agenda/1545/non-solo-mamma-nella-riserva-crava-morozzo

 

A Villar San Costanzo oggi, domenica 9 maggio, dalle 14.30 alle 18, a cura dei Volontari per l’Arte, sarà possibile effettuare visite a San Costanzo al Monte, all’ex abbazia, alla cripta e alla cappella di San Giorgio. Da non perdere la visita alla riserva naturale dei Ciciu del Villar che si trovano a all'imbocco della Valle Maira fra Busca e Dronero: sono 480 funghi giganti di pietra che si incontrano con una facile escursione in un bosco magico. Il servizio di biglietteria (costo 3 euro, bambini fino a 12 anni gratis), rimarrà attivo 7 giorni su 7 dalle 9 di mattina alle 19 di sera.  Saranno attivi i servizi di accoglienza per i visitatori e una novità particolarmente importante  è l’attivazione di un servizio di prenotazione sul portale CuneoAlps di Conitour che permette una migliore gestione dei flussi, un elemento importante in questi tempi di pandemia.  

Info: www.facebook.com/riservanaturaleiciciudelvillar

 

A Sanfront riapre questa domenica il sito museale di Balma Boves, caratteristico borgo costruito sotto un’enorme sporgenza rocciosa, il cui peculiare aspetto, con le sue case in pietra dai tetti piatti, ricorda tanto quello dei pueblo indiani del Nord America.

Il sito, oggi ristrutturato e trasformato in ecomuseo, svela il segreto degli antichi abitanti di questo villaggio: lo stretto contatto con la natura, l’autosufficienza, la cura ed il saggio sfruttamento delle risorse naturali come l’acqua, la pietra, i frutti della terra. Si possono osservare gli attrezzi, le abitazioni, le stalle, i fienili, gli essiccatoi per le castagne, le fontane e l’antico forno che raccontano come si svolgeva la vita dei suoi abitanti.

La gestione della Borgata è affidata all’associazione naturalistica Vesulus.

Info: www.balmaboves.it e www.facebook.com/vesulus

 

Per la rassegna Castelli Aperti questa domenica saranno visitabili nella Granda: ad Alba il Museo Diocesano, a Barolo il Castello Falletti e WIMU Wine Museum, a Cherasco Palazzo Salmatoris, a Fossano il Castello degli Acaja, a Govone il Castello Reale, i castelli di Magliano Alfieri, di Manta, di Monteu Roero, di Roddi e di Serralunga d’Alba.

A Saluzzo si possono visitare Casa Cavassa, Casa Pellico, la Castiglia, la Torre Civica e la Pinacoteca Matteo Olivero. A Savigliano sono aperti il Museo Civico A. Olmo e la Gipsoteca D. Calandra e a Vinadio il Forte Albertino. Info e contatti per prenotare: www.castelliaperti.it

 

A Monticello d’Alba apre anche il Castello dei Roero con il suo bellissimo parco. La visita si svolge in autonomia. I visitatori, direttamente con il proprio smartphone, possono inquadrare i QRCode installati nei vari punti d'interesse nelle sale e nel parco, ascoltare e vedere filmati direttamente con la spiegazione del padrone di casa. Dal sito si legge la storia del parco che è stato realizzato dal celebre architetto paesaggista tedesco Xavier Kurten, famoso per aver introdotto il giardino romantico all’inglese in Piemonte. Il grande architetto, al Castello di Monticello, oltre a creare un magnifico giardino all’inglese, progettò tre viali paralleli per giungere al maniero, che percorribili ancora oggi, circondano la collina e sono sfalsati di una ventina di metri. Oggi il giardino è un’oasi di pace, dove il visitatore passeggia serenamente tra cedri del Libano, carpini, ulivi, palme, tigli, tassi e pini. Info: www.roerodimonticello.it

 

Oggi, domenica 9 maggio a Vinadio riapre al pubblico il Forte Albertino. Dalle 10 alle 19 le visite e la fruizione dei percorsi saranno su prenotazione e strutturate nel rispetto dei protocolli anti Covid, con ingressi contingentati e ogni accorgimento a garanzia della sicurezza sanitaria di pubblico e personale. L’offerta per la stagione 2021 comprende l’itinerario storico con visita guidata e i percorsi multimediali “Montagna in movimento” e “Messaggeri alati”. Sempre oggi, dalle 15 alle 17, si terrà il primo dei 6 appuntamenti “ForteMente Eco”, il programma di attività per famiglie con bambini dai 3 ai 10 anni a tema ecologico. La visita al Forte è anche un’occasione per visitare il paese di Vinadio, la parrocchiale di San Fiorenzo e il lago alimentato da acque sorgive. Info: www.fortedivinadio.com e www.fondazioneartea.org.

 

A Savigliano ha riaperto al pubblico il Museo ferroviario con nuovi mezzi, due locomotrici ALn 668.906 e 907 derivanti dalla serie 1800 FS in servizio sulla tratta Canavesana e un veicolo ALn 668 D11, costruito dalla Fiat Ferroviaria tra il 1979 e il 1980. Un’occasione in più per curiosare tra le vecchie vaporiere e i treni storici, tra passato e futuro. Il museo è accessibile il sabato e la domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 18.30. Per l’ingresso è obbligatoria la prenotazione. Le visite sono solo guidate ed a ore prestabilite, alle 10, alle 11, alle 15 alle 16 e alle 17. I gruppi sono limitati ad un massimo di 15 persone. Sono mantenuti i protocolli di sicurezza previsti, che comprendono l’uso della mascherina in tutti gli spazi espositivi, il distanziamento interpersonale di un metro, l’igienizzazione delle mani, la misurazione della temperatura corporea e percorsi differenziati d’entrata e d’uscita. È possibile prenotare ed acquistare i biglietti direttamente on line sul sito www.ticket.it/museoferroviariopiemontese Info: www.museoferroviariopiemontese.it        

 

 A Revello dalla scorsa settimana, in conformità alle nuove disposizioni governative, l’abbazia di Staffarda ha riaperto le porte ai visitatori.  Fin dall’anno scorso erano già state sperimentate con successo misure sanitarie e norme comportamentali per poter permettere l’accesso in sicurezza. Info: Info: www.ordinemauriziano.it/abbazia-di-santa-maria-staffarda

 

A Garessio riapre alle visite il castello reale di Casotto. Gestito dal Comune, il complesso è visitabile il mercoledì e il venerdì pomeriggio, il sabato e la domenica mattina e pomeriggio con prenotazione.  Info: https://comune.garessio.cn.it

 

A Cherasco questo fine settimana è aperto il Museo della Magia: le visite si potranno effettuare il sabato dalle ore 15 alle 18.30 e la domenica con orario 10-13 e 14.30-18.30. Occorre però prima prenotarsi, compilando il modulo sul sito Web www.museodellamagia.it, attendendo conferma. Oggi, domenica 9 maggio, è in programma la prima edizione annuale del mercato dell’antiquariato, nel centro storico dalle ore 7 alle 18. Previsti controlli per il rispetto delle normative anti Covid-19 e maggiori distanziamenti tra i banchi per evitare assembramenti. È stata prorogata sino al 20 giugno la mostra Natura esuberante del pittore Francesco Paula Palumbo, ospitata a palazzo Salmatoris. Info: www.comune.cherasco.cn.it

 

A Bra da questo fine settimana anche la Zizzola torna ad accogliere visitatori e turisti. A partire dall’8 maggio, ogni sabato e domenica fino all’autunno, il parco della Zizzola e il museo multimediale “Casa dei braidesi” saranno aperti al pubblico in orario continuato 10 – 18.

Maggiori dettagli sull’offerta museale cittadina su www.turismoinbra.it

 

A Bene Vagienna si potranno visitare la Cella della Torre Campanaria, in via Roma, dove sono esposti i dipinti di Pasqualina Poggio. Nella Chiesa dei Battuti Bianchi è esposta la rassegna «Sensazioni» dedicata a 11 voci rappresentanti dell’arte contemporanee. Spicca tra gli autori, Felice Casorati. A Palazzo Lucerna di Rorà ritorna, per la terza edizione «3 T –Terra, Territorio, Tradizioni» una collettiva a cura della Promotrice delle Belle Arti di Torino. La mostra presenta una cinquantina di artisti. A Casa Ravera c’è l’esposizione delle Statuine Lomonosov della Real Manifattura di San Pietroburgo che provengono dalla collezione di Giovanni Prelle Forneris. Tutte le mostre si possono visitare fino a fine giugno. Ingresso libero.

Info: www.facebook.com/amicidibeneonlus

 

Da non perdere la visita presso il sito archeologico romano di Augusta Bagiennorum, in località Roncaglia.

Bruna Aimar

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium