/ Sport

Sport | 19 maggio 2021, 11:48

Triathlon: esordio internazionale per gli atleti del Cuneo 1198

Coppa Europa di triathlon in Italia con la tappa di ETU Cup di Caorle

(foto - federazione italiana triathlon)

(foto - federazione italiana triathlon)

Lo scorso weekend ha visto l’approdo, per la prima volta nella storia, della Coppa Europa di triathlon in Italia, con la tappa di ETU Cup di Caorle.

Il lungo weekend prevedeva sia lo spettacolo delle gare elite, con diversi atleti olimpici al via, sia l’evento destinato alle categoria Junior, con batterie di qualificazione il sabato, e finali la domenica.

Per i ragazzi di Cuneo1198 è stata l’occasione per un esordio internazionale, in cui hanno dimostrato di essere all’altezza dei migliori interpreti continentali.

Nelle qualifiche del sabato infatti Simeone Romano e Alberto Demarchi hanno chiuso entrambi al secondo posto le rispettive  semifinali, guadagnandosi l’accesso alla finale. Vincenzo Matarazzo ha invece commesso una ingenuità e, nonostante avesse dominato la propria gara, è stato squalificato per un errore di percorso.

Tra le donne Eleonora Demarchi, nonostante due transizioni ampiamente perfettibili, è anche lei riuscita a centrare la finale con una prepotente rimonta a piedi.

La domenica è stata poi la volta delle finali, dalla quali molto si attendeva. Eleonora Demarchi ha un po’ deluso le aspettative, poiché dopo un nuoto che l’ha vista uscire nel gruppo di testa ha compiuto una serie di errori nella prima transizione, perdendo così il gruppo delle prime nella frazione ciclistica e chiudendo con un ventisettesimo posto finale, che lascia l’amaro in bocca.

Nella gara maschile ottimo Simeone Romano che dopo una gara condotta tutta nel gruppo di testa, giunge al traguardo al nono posto. Un po’ sfortunato invece Alberto Demarchi, che rimane invece attardato a causa del traffico in zona transizione, e per pochi metri non riesce ad agganciare il gruppo di testa in bici, chiudendo comunque con un più che onorevole diciassettesimo posto finale.

Nello sprint di contorno invece, più che positivi Marco Arnaudo che, uscito primo dall’acqua, chiude sesto e Vincenzo Matarazzo, che si ripaga dalla delusione del giorno prima con la decima posizione assoluta.

Non da meno le ragazze con Rachele Lavagno ed Elisa Cantamessa rispettivamente quattordicesima e quindicesima al traguardo.

Molto felice coach Dutto: “Oggi i ragazzi, nonostante alcuni errori dovuti all’emozione ed alla tensione di un esordio europeo, hanno dimostrato di poter atleticamente competere a livello internazionale. Questa rappresenta per loro una importante acquisizione di consapevolezza dei propri mezzi ed una iniezione di fiducia per il resto della stagione”

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium