/ Attualità

Attualità | 20 maggio 2021, 16:04

Cortemilia piange il pasticciere Canobbio, “il re della torta di nocciole”

Due anni fa la festa di piazza per il milionesimo dolce alla Tonda Gentile uscito dal laboratorio aperto nel 1964 con la moglie Ester. Domani l'ultimo saluto

Giuseppe Beppe Canobbio, aveva 83 anni

Giuseppe Beppe Canobbio, aveva 83 anni

Quella Langa che a partire dalle proprie eccellenze alimentari ha costruito un bel pezzo delle sue recenti fortune ha perso uno dei suoi alfieri più apprezzati.
Nella sua Cortemilia, capitale delle Tonda Gentile che l’aveva accolto, lui nativo di Vesime, accompagnandone un successo imprenditoriale iniziato quasi sessant’anni fa, con l’apertura della prima pasticceria nel 1964, se ne è infatti andato Giuseppe "Beppe" Canobbio.

Malato da tempo, il noto pasticciere si è spento a 84 anni. Meno di due anni fa, nel luglio 2019, aveva fatto in tempo a organizzare una grande festa in piazza per celebrare lo straordinario traguardo della milionesima torta di nocciole. Tante ne aveva contate, uscire dal pastino che insieme alla moglie Ester, lungo decenni di quotidiano sacrificio, aveva saputo trasformare nell’abituale tappa di un numero sempre più importante di turisti di passaggio sulle colline di questo angolo di Piemonte.

Alla coppia, dedita al lavoro sino a ben oltre l’età della pensione, si sarebbero presto affiancate le figlie Paola, Claudia e Barbara, con i generi e ora anche i nipoti, oggi eredi dell’impresa familiare che in piazza Molinari porta le insegne de "La Corte di Canobbio".

"Con Giuseppe Canobbio se ne va un imprenditore di valore dell'Alta Langa, dal grande intuito e capace di felici realizzazioni – commentano dall'Associazione Commercianti Albesi il presidente Giuliano Viglione e il direttore Fabrizio Pace -. Per circa 60 anni ha deliziato i palati più appassionati di tipicità, con le sue celebri torte, comprendendo le straordinarie potenzialità della nocciola in un'epoca in cui la nostra terra, forse, non ne aveva ancora consapevolezza. La successiva creazione di una struttura ricettiva a integrazione del laboratorio e del magnifico locale ai piedi della torre di Cortemilia, meta di un pubblico locale affezionato e di tantissimi turisti italiani e stranieri, ha completato la figura di un interprete entusiasta della sua Langa, della quale è stato instancabile promotore e legittima bandiera. L'Associazione Commercianti Albesi partecipa al dolore della moglie Ester, delle figlie Paola, Claudia e Barbara, impegnate nella prosecuzione dell'attività paterna".

L’ultimo saluto allo stimato artigiano si terrà nel pomeriggio di domani, venerdì 21 maggio, alle ore 16 nella chiesa di San Michele a Cortemilia. Questa sera (giovedì) la stessa parrocchiale ospiterà un rosario di preghiera in programma per le ore 20.30.

Ezio Massucco

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium