/ Cronaca

Cronaca | 20 maggio 2021, 14:49

I periti balistici al lavoro sulla scena della rapina di Grinzane [VIDEO E FOTO]

Iniziati verso le 12 gli accertamenti dentro e fuori dal negozio di via Garibaldi, teatro dell’assalto tentato dai banditi e della sparatoria che ne era seguita

L'ingegner Stefano Conti (con la giacca rossa), il perito balistico nominato dalla Procura di Asti

L'ingegner Stefano Conti (con la giacca rossa), il perito balistico nominato dalla Procura di Asti

Iniziato poco prima delle 12 di oggi (giovedì 20 maggio) è tuttora in corso il sopralluogo dei periti sul luogo della rapina di Gallo Grinzane. Sul posto, teatro della sparatoria che poco prima delle 19 di mercoledì 28 aprile vide il gioielliere Mario Roggero colpire a morte due dei tre banditi che assaltarono il suo negozio al civico 71 della centrale via Garibaldi, magistrati e consulenti sono giunti pochi minuti prima delle 12, in arrivo dal Comando Carabinieri di Alba.

Nella caserma di via Generale Dalla Chiesa nella prima mattinata si erano ritrovati il sostituto procuratore Davide Greco e i tecnici nominati dalla Procura della Repubblica di Asti – col perito balistico Stefano Conti e il medico legale Francesco Romanazzi, che il sabato successivo ai fatti aveva effettuato le autopsie sui corpi degli uccisi insieme al collega Lorenzo Varetto, nominato dalla difesa di Roggero – e gli avvocati delle diverse parti coinvolte a vario titolo nell’indagine: l’avvocato albese Stefano Campanello, difensore del commerciante, che risulta indagato per omicidio colposo per eccesso di legittima difesa. Poi la collega biellese Carla Montarolo, che difende l’albese Alessandro Modica, terzo componente della banda, accusato di rapina in concorso. Quindi gli avvocati torinesi Marino Careglio, Angelo Panza e Giuseppe Caruso, nominati dalle famiglie del braidese Andrea Spinelli e del torinese Giuseppe Mazzarino, i due rapinatori attinti mortalmente dai quattro colpi sparati dalla pistola che Roggero deteneva legalmente all’interno del negozio. Insieme a loro Fabrizio Vinardi, l’ingegnere torinese che la difesa di Roggero ha nominato quale proprio consulente di parte per un accertamento teso a stabilire quanto esattamente accaduto durante quei concitati.

Sulla scena, chiusa al traffico e presidiata dalle forze dell’ordine di fronte a pochi curiosi, è stato riportata anche la Ford Fiesta bianca a tre porte con la quale i banditi erano arrivati nella frazione di Grinzane.
L’auto è stata riposizionata nell’esatta posizione nella quale era stata parcheggiata e da lì è partito un vaglio che, dopo quasi due ore, ha portato magistrato e periti all’interno del negozio, sotto sequestro dalla sera della rapina. 

 

Ovviamente massimo il riserbo di consulenti e legali presenti sul posto, il cui esame sarebbe iniziato in mattinata a partire dalla visione dei filmati della video-sorveglianza che gli inquirenti avevano acquisito immediatamente dopo il fatto di sangue, a partire da quelle riprese dalla telecamera presente sulla facciata dell’ufficio postale posto a pochi metri da dove i corpi dei banditi vennero trovati da soccorritori e forze dell’ordine: uno nei pressi di quella Fiesta Bianca, l’altro lungo via Garibaldi, all’altezza delle strisce pedonali presenti in quel tratto.

Al momento, per chiarire la posizione degli indagati e appurare se nell’azione di Roggero sono ricorsi gli estremi della legittima difesa, non è nemmeno dato sapere se le immagini potranno avere un ruolo di per sé decisivo nel confermare o meno la versione che il 66enne commerciante aveva fornito agli inquirenti già nelle ore successive agli spari e quella che l’unico rapinatore superstite del terzetto ha dal canto suo riportato ai magistrati nei due interrogatori che Modica ha già sostenuto dalla cella del carcere di Cuneo in cui è detenuto. O se saranno invece determinanti proprio i riscontri peritali che i consulenti all’opera stanno raccogliendo in questi minuti fuori e dentro dal negozio.

Ezio Massucco

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium